SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un vero e proprio giorno di passione quello vissuto da Carmine Chiodi. In mattinata infatti, il consigliere di maggioranza (lista San Benedetto Protagonista) ha inoltrato alla stampa un comunicato infuocato, in cui il membro d’assise attaccava un po’ tutti. In serata, poi, pare ci sia stato un chiarimento col Sindaco Piunti in persona, di rimando attaccato pure lui da Chiodi.

TUTTO NASCE DALL’ORGANIZZAZIONE DE “IL BELLO DELLA MUSICA”. Alla base dello sfogo la manifestazione “Il Bello della Musica”, in programma in centro per il prossimo 1° luglio. L’evento, chiaramente incentrato sulla musica, avrà dei momenti paralleli legati anche all’enogastronomia e dall’organizzazione hanno fatto sapere come “l’evento aiuterà anche i commercianti”. Proprio su questo aspetto Chiodi è sbottato, parlando di “Assessorato al Commercio ignorato” nell’organizzazione dell’evento. E non finisce qui. Chiodi a questo punto punge e in qualche modo “rinfaccia” alla maggioranza anche il “caso-Gabrielli”, col consigliere che scrive queste parole: “Per colpa di quelle che sono state definite invasioni di campo qualcuno è stato decapitato, ma a quanto pare invadere lo spazio altrui è un vizio congenito di questa Amministrazione” tuona Chiodi che ovviamente ha percepito come un’altra invasione di campo l’organizzazione dell’evento senza essere stato consultato (lui e l’assessore Olivieri di cui, in campo Commercio, è stretto collaboratore da quasi un anno n.d.r.)

“UFFICIO COMMERCIO RIDOTTO ALL’OSSO”. Oggi però, evidentemente, il consigliere si è voluto togliere più di un sassolino dalla scarpa e nell’occasione ha anche “denunciato” l’endemica carenza del personale di cui soffre l’Ufficio Commercio. “Abbiamo  chiesto ai dirigenti Germano Polidori e Catia Talamonti di trasferire il Maresciallo dei vigili Piergiacomo Spinozzi al Commercio e ancora non si è verificato lo spostaamento” tuona Chiodi “e inoltre, sempre nello stesso ufficio la dottoressa Sabrina Merlini è stata spostata a un altro servizio senza che sia stato individuato un sostituto”.

EX GALOPPATOIO. Tutto qui? Neanche per sogno. Il consigliere torna pure sul caso “dell’Ex- Galoppatoio” e lamenta come il Sindaco abbia organizzato un “secondo incontro” (da solo) con la Capitaneria di Porto dopo due mesi dal famoso meeting in cui si scoprì che l’area vicino al porto, negli anni, era stata oggetto di irregolari concessioni di pubblico utilizzo. Il consigliere dunque non si spiega perché l’Assessorato al Commercio sia stato tagliato fuori da “argomenti di sua competenza” e stamane arrivava perfino a chiedersi “che ci faccio io in maggioranza?”. Non solo, il consigliere tocca anche la questione regolamenti, lamentando come in Viale De Gasperi non ci si sia ancora dotati di una “carta” delle regole per le medie strutture di vendita e, nonostante questo, “i supermarket continuano ad aprire”. (“di supermercati si può anche morire” scriveva oggi).

IN SERATA IL CHIARIMENTO CON PIUNTI. La giornata di passione di Chiodi non finisce però qui. Dopo il comunicato di fuoco il consigliere deve aver incontrato Piunti che, davanti alla stampa fa il “pompiere”. “Ci siamo chiariti” spiega il Sindaco “ritengo Carmine Chiodi una persona capace oltre a essere una persona generosa” col primo cittadino che arriva a definire lo sfogo del suo membro di maggioranza come “un eccesso d’amore”. Insomma, forse quello di Chiodi è stato un giorno di passione. O, forse, dopo la “querelle Gabrielli” i mal di pancia in maggioranza non sono finiti.

 

(Letto 444 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 444 volte, 1 oggi)