ANCONA – Brutto episodio nella mattinata del 10 maggio.

Dalle 15.10 sta tornando progressivamente alla normalità la circolazione ferroviaria fra Pescara e Ortona (linea Ancona – Termoli), sospesa dalle 11.50, e poi parzialmente riattivata alle 12.50, per l’investimento di una persona a Francavilla al Mare.

Sui binari sono stati trovati i documenti di un 71enne: secondo una prima ricostruzione si tratterebbe di un suicidio. Sul posto i mezzi di soccorso, gli agenti della Polizia Ferroviaria e personale tecnico

I treni in viaggio hanno registrato ritardi fino a 150 minuti, mentre tre regionali sono stati cancellati e uno limitato nel percorso.

AGGIORNAMENTO E’ Pino Ciccantelli, sindaco di Pescara dal 1990 al 1993, l’uomo di 71 anni morto dopo essere stato investito da un treno nella stazione di Francavilla al Mare (Chieti). Secondo quanto ricostruito in base a testimonianze di alcuni presenti, l’uomo si sarebbe lanciato sotto a un Frecciabianca in corsa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.178 volte, 1 oggi)