TABELLINO DI SAMMAURESE-MONTICELLI 3-0
SAMMAURESE: Passaniti (98), Federico Pesaresi (96), Roberto Rosini, Nicholas Lombardi, Tartabini, Errico (80’Gaiani), Nicolas Santoni (97), Scarponi, Giulianelli (98)-(83’Gualandi, 96), Paganelli (73’Riccardo Pieri) e Bonandi. A disposizione: Bruno Gori (98), Pezzati, Louati (99), Spanò, Bertozzi (98) e Coccolo. Allenatore: Stefano Protti
MONTICELLI: Riccardo Marani, Sosi, Terrenzio, Federico Pierantozzi (97), Simone Vallorani (96)- (73’Iannascoli), Bracciatelli (98), Cocchieri (99), Iotti (45’Gesuè, 96), Giovannini (73’Nazziconi, 96), Filiaggi e Giuseppe Negro. A disposizione: Mattia Alessandrini (98), Castellana (96), Funari (98), Wade, Ciabuschi (97) e Pedalino. Allenatore: Nico Stallone
Arbitro: Mattia Dal Pan di Belluno, coadiuvato dagli assistenti: Andrea Torresan di Bassano del Grappa (Vicenza) e Francesco Savalla di Padova.
Reti: 16′ e 30′ Paganelli (S), 34’Tartabini(S).
Ammoniti: Errico(S), Gesuè (M), Iotti (M), Cocchieri (M), Terrenzio(M), Giulanelli(S) e Sosi(M).
Curiosità: La gara d’andata giocata al Del Duca di Ascoli Piceno è finita 1-2 (34’Bonandi, 61’Pedalino [M] su rigore, 76′ Errico. All’87’espulso il tecnico del Monticelli Stallone per proteste) sempre per la Sammaurese.

SERIE D

Queste le 9 squadre dei rispettivi Gironi di Serie D promosse in Lega Pro (Serie C riunificata):
Girone A : Cuneo;
Girone B : Monza;
Girone C : Mestre ;
Girone D : Ravenna ;
Girone E: Gavorrano ;
Girone F (dove il Chieti si è ritirato o è stato escluso che dir si voglia in corsa, lasciando il torneo con 17 squadre): Fermana ;
Giroone G (dove il Foligno si è ritirato o è stato escluso che dir si voglia in corsa, lasciando il torneo con 17 squadre): Arzachena ;
Girone H : Bisceglie ;
Girone I (dove il Due Torri si è ritirato o è stato escluso che dir si voglia in corsa, lasciando il torneo con 17 squadre): Sicula Leonzio
In neretto le squadre promosse in Lega Pro
Le 9 vincitrici dei rispettivi gironi si giocheranno poi lo Scudetto Dilettanti (vinto la scorsa stagione dalla Viterbese Castrense).

POULE SCUDETTO 2017:

Girone Triangolare 1: Cuneo (Girone A), Monza (Girone B) e Mestre (Girone C)

Girone Triangolare 2: Ravenna (Girone D), Gavorrano (Girone E) e Fermana (Girone F)

Girone Triangolare 3: Arzachena (Girone G), Bisceglie (Girone H) e Sicula Leonzio (Girone I)

Fase finale per il Titolo di Campione d’Italia Dilettanti 2016/17:

Programma 1a Giornata Gironi Triangolari di domenica 14 maggio 2017 ore 16:

Girone Triangolare 1: Mestre-Cuneo. Riposerà: Monza

Girone Triangolare 2: Fermana-Ravenna (Gara anticipata a sabato 13 maggio alle ore 20,30 per la concomitanza con altra manifestazione in programma a Fermo nella giornata di domenica). Riposerà: Gavorrano

Girone Triangolare 3: Arzachena-Bisceglie. Riposerà: Sicula Leonzio.

Calendario Poule Scudetto:
14 maggio 2017: 1a gara Gironi triangolari
21 maggio 2017: 2a gara Gironi triangolari
24 maggio 2017: 3a ed ultima gara Gironi triangolari
mercoledì 31 maggio 2017: semifinali in gara unica e campo neutro (quest’anno a Fermo)
venerdì 2 (e non più sabato 3 come in precedenza stabilito) giugno 2017: finale in gara unica e campo neutro (quest’anno a Fermo).

Regolamento: Ricordiamo che, secondo la consueta formula adottata per lo svolgimento di triangolari, riposerà nella seconda giornata la squadra che avrà vinto la prima gara o, in caso di pareggio, quella che avrà disputato la prima gara in trasferta.
Nella terza giornata si svolgerà la gara fra le due squadre che non si sono incontrate in precedenza.
Nel caso in cui due o tutte e tre le squadre concludessero il proprio triangolare a parità di punteggio, per determinare la squadra vincente si terrà conto, nell’ordine: della migliore differenza reti nei triangolari; del maggior numero di reti segnate nei triangolari; del maggior numero di reti segnate in trasferta nei triangolari; della migliore posizione nella classifica della Coppa Disciplina del Campionato di Serie D; del sorteggio.
Le 3 vincitrici dei rispettivi Gironi più la migliore seconda accederanno alle semifinali che si giocheranno in gara unica a Fermo (campo neutro quest’anno individuato dal Dipartimento LND), così come la finale. In caso di parità di punteggio al termine dei 90 minuti regolamentari si procederà all’esecuzione dei calci di rigore.

PROGRAMMA 1A FASE (O SEMIFINALI CHE DIR SI VOGLIA) PLAY OFF DEI 9 GIRONI DI SERIE D DI DOMENICA 14 MAGGIO 2017 ALLE ORE 16:
Girone A: Varese (2a)-Caronnese (5a) e Borgosesia (3°)-Gozzano (4°) , quest’ultima anticipata a sabato 13 maggio alle ore 20.
Girone B: Ciliverghe Mazzano (2°)-Pro Patria (5a) e Pergolettese (3a)-Virtus Bergamo (4°)
Girone C: Triestina (2a)-Abano (5°) e Campodarsego (3°)-Virtus Vecomp Verona (4a)
Girone D : Imolese (2a)-Correggese (5a) ore 18 e Delta Calcio Rovigo (3a)- Lentigione (4°)
Girone E: Massese (2a)-Finale (5°) e Savona (3°)-Lavagnese (4a)
Girone F: (dove il Chieti si è ritirato o è stato escluso che dir si voglia in corsa, lasciando il torneo con 17 squadre) Matelica (2°)- Olympia Agnonese (5a) e San Nicolò Teramo (3°)- Vis Pesaro (4a)
Girone G: (dove il Foligno si è ritirato o è stato escluso che dir si voglia in corsa, lasciando il torneo con 17 squadre) Nuova Monterosi (2a)-L’Aquila (5a) e Rieti (3°)-Ostia Mare (4a)
Girone H: Trastevere (2°)-Nardò (5°) e Nocerina (3a)-Gravina (4°)
Girone I: (dove il Due Torri si è ritirato o è stato escluso che dir si voglia in corsa, lasciando il torneo con 17 squadre) Rende (2°)-Gela (5°) e Cavese (3a)- Igea Virtus (4a)
Le squadre vincitrici della 1A Fase poi si sfideranno nelle finali di ogni Girone dando vita alla 2a Fase.
In caso di parità al termine dei 90 minuti regolamentari vi saranno i tempi supplementari per decretare la vincente. Se il pareggio persisterà passeranno alla fase successiva le squadre meglio classificate al termine del campionato. Sarà così anche per la finale (2a Fase) di domenica 21 maggio alle ore 16 dove si affronteranno in ogni Girone le 2 vincenti della 1a Fase (o semifinali che dir si voglia) in casa della meglio classificata nella Regular Season.

Dalle semifinali play off usciranno 9 squadre vincenti che andranno a formare la gradatoria per eventuali ripescaggi in Lega Pro, graduatoria che sarà completata dai nove club che perderanno le stesse finali.
Come noto per formare l’ordine della graduatoria si utilizzeranno i coefficienti punti così come stabilito dalla Lega Nazionale di Serie D. Se lo scorso campionato per il Fondi fece un gran bel balzo in avanti nella graduatoria ripescaggi grazie alla vittoria della Coppa Italia di Serie D che assegna un più 0,50 di coefficiente, stavolta nessuno potrà sfruttare questo premio visto che la finale vedrà protagoniste Albalonga e Chieri che non giocheranno i play off.

Di seguito il riepilogo dei coefficienti delle squadre in corsa ai play off.

Classifica coefficienti complessiva ad oggi
Ciliverghe Mazzano 2,14
Trastevere 2,14
Monterosi 2,14
Triestina 2,11
Rieti 2,08
Matelica 1,96
Rende 1,94
Cavese 1,94
Igea Virtus 1,91
Pergolettese 1,91
Nocerina 1,88
Massese 1,88
San Nicolò Teramo 1,87
Ostia Mare 1,85
Varese 1,85
Virtus Bergamo 1,85
Imolese 1,85
L’Aquila 1,82
Borgosesia 1,82
Pro Patria 1,82
Savona 1,82
Gravina 1,79
Lavagnese 1,79
Delta Rovigo 1,79
Nardò 1,76
Campodarsego 1,76
Gozzano 1,73
Caronnese 1,73
Lentigione 1,70
Vis Pesaro 1,65
Correggese 1,64
Gela 1,64
Olympia Agnonese 1,59
Virtus Vecomp Verona 1,55
Abano 1,55
Finale 1,55

Ricordiamo che in caso di parità numerica acquisirà la posizione migliore tra le squadre ex equo quella meglio classificata in ciascun girone al termine del campionato persistendo ancora la parità numerica, acquisirà la posizione migliore tra le squadre ex equo quella meglio classificata nella Coppa Disciplina al termine del campionato-

Bonus: alla squadra vincitrice la Coppa Italia Serie D 2016/17, che avrà vinto i playoff di girone, sarà aggiunto al quoziente punti, un bonus di 0,50; alla squadra perdente la finale della Coppa Italia Serie D 2016/17, che avrà vinto i playoff di girone, sarà aggiunto al quoziente punti, un bonus di 0,25; alla squadra classificatasi al primo posto del girone per il concorso “Giovani D Valore”, sarà aggiunto al quoziente punti un bonus di 0,10; alle squadre classificatesi al secondo e terzo posto di ciascun girone per il Concorso “Giovani D Valore”, sarà aggiunto al quoziente punti un bonus di 0,05.

PROGRAMMA PLAY OUT IN GARA UNICA DI DOMENICA 21 MAGGIO ORE 16:
Girone A: Varesina (13a)-Verbania (16°) e Bustese (14a)- Legnano (15°)
Girone B: Olginatese (13a)-Lecco (16°) e Scanzorosciate (14°)-Levico (15°)
Girone C: Calvi Noale (13a)- Vigasio (16°) e Tamai (14°)-Cordenons (15°)
Girone D: Colligiana (13a)-Sangiovannese (16a) ed Adriese (14a)-Ribelle (15°)
Girone E: Jolly Montemurlo (13°)-Ghivizzano Borgoamozzano (16°) e Fezzanese (14a)-Viareggio (15°)
Girone F: (dove il Chieti si è ritirato o è stato escluso che dir si voglia in corsa, lasciando il torneo con 17 squadre) Alfonsine (14a)-Castelfidardo (15°)
Girone G: (dove il Foligno si è ritirato o è stato escluso che dir si voglia in corsa, lasciando il torneo con 17 squadre) San Teodoro (14°)-Muravera (15°) .
Girone H: Vultur Rionero (14°)- Madrepietra Daunia (15a)
Girone I: (dove il Due Torri si è ritirato o è stato escluso che dir si voglia in corsa, lasciando il torneo con 17 squadre) Roccella (14°) vs vincente spareggio Sarnese-Castrovillari (15°) in programma domenica 14 maggio .

Chi perde retrocede in Eccellenza, chi vince si salva. In caso di parità al termine dei tempi regolamentari verranno disputati i supplementari, persistendo la parità retrocederà la squadra peggio classificata al termine della stagione regolare.

Le squadre di Serie D retrocesse direttamente in Eccellenza sono: Pinerolo [17°] e Pro Settimo & Eureka [18°] (nel Girone A); Virtus Bolzano [17a] e Cavenago Fanfulla [18°] (nel Girone B), Vigontina San Paolo [17a] ed Eclisse Careni Pievigina [18a] (nel Girone C); Virtus Castelfranco [17°] e Poggibonsi [18°] (nel Girone D); Sporting Recco [17°] e Grosseto [18°] (nel Girone E); A parte il Chieti [18°] ritirato o escluso che dir si voglia e che non si sa da quale serie minore ripartirà, Recanatese [16a] e Civitanovese [17a] (nel Girone F); A parte il Foligno [18°] ritirato o escluso che dir si voglia e che non si sa da quale serie minore ripartirà, Torres [16a] e Città di Castello [17°] (nel Girone G); Agropoli [16°], Cynthia [17°] e Città di Ciampino [18°] (nel Girone H); A parte il Due Torri [18°] ritirato o escluso che dir si voglia e che non si sa da quale serie minore ripartirà, la perdente dello spareggio Sarnese-Castrovillari giunte 15esime a pari punti ed il Sersale [17a] (nel Girone I).

SERIE D GIRONE F

SAN MAURO PASCOLI (FORLI’-CESENA)-La 34a ed ultima Giornata (17a ed ultima di ritorno) della Serie D Girone F è andata in archivio con 7 successi (di cui 4 esterni) ed un solo pareggio (1-1). 13 (di cui una su rigore) le reti messe a segno in questo 34° ed ultimo turno.
Unica doppietta realizzata in questa ultima giornata, quella di Riccardo Paganelli (Sammaurese).
Manuel Pera del Matelica è capocannoniere con 21 reti (di cui 4 su rigore; sarebbero 23 di cui 5 su rigore se non fosse stata annullata la gara di Chieti).
Monticelli che ha chiuso regular season al 7° posto a quota 47, perde 3-0 sul campo della Sammaurese (6a), la quale manca però i play off, visto che l’Agnonese (5a) espugnando Vasto gli è rimasta davanti e nelle semifinali (play off) affronterà in trasferta il Matelica (2°). Nell’altra semifinale San Nicolò (3°) ospiterà la Vis Pesaro (4a).
Castelfidardo (15°) va al play out dove giocherà in gara unica sul campo dell’Alfonsine (14a).
Recanatese (16a) come la Civitanovese (17a) retrocede direttamente in Eccellenza (Marche).
Per quanto invece riguarda lo Scudetto Dilettanti, la Fermana esordirà domenica prossima ospitando tra le mura amiche del Recchioni il Ravenna (vincitore del Girone D), riposerà il Gavorrano (vincitore del Girone E).

Risultati e marcatori della 34a ed ultima Giornata (17a ed ultima di ritorno) di domenica 7 maggio 2017:
Campobasso-Vis Pesaro 0-1 (80’Mureno)
Castelfidardo-San Marino 2-0 (54’Bordi, 82’Soragna)
Jesina-Fermana 1-1 (27’Petrucci [F], 30’Claudio Labriola [J])
Pineto-Matelica 0-1 (65’Lorenzo Perfetti)
Romagna Centro-Recanatese 0-1 (38’Matteo Sartori)
Sammaurese-Monticelli 3-0 (16’e 30′ Paganelli, 34’Tartabini).
San Nicolò Teramo-Civitanovese 2-0 (17’Federico Moretti, 26’Chiacchiarelli)
Vastese-Olympia Agnonese 0-1 (79’Mauro Ragatzu su rigore)

Ha riposato: Alfonsine (che avrebbe dovuto da calendario ospitare il Chieti)

CLASSIFICA :
Fermana *(C)* 69,
Matelica @ 62,
San Nicolò Teramo @ 60,
Vis Pesaro @ 53,
Olympia Agnonese @ 51,
Sammaurese 50
Monticelli 47,
Vastese 45,
San Marino 41,
Jesina 40,
Pineto 39,
Romagna Centro 39,
Campobasso 38,
Alfonsine ° 30,
Castelfidardo ° 28,
Recanatese ^ 27,
Civitanovese ^ 17.
Chieti ritirato.

* (C)*= matematicamente promossa in Lega Pro.
@= Disputeranno Play Off.
°= Disputeranno play out.
^= Direttamente retrocesse in Eccellenza (Marche) .

VERDETTI REGULAR SEASON:

Fermana promossa in Serie C (Lega Pro) e si giocherà lo Scudetto Dilettanti assieme alle altre 8 squadre vincitrici dei Gironi di Serie D.

Play Off 1a fase (o semifinali) in gara unica (in casa delle meglio classificate nella Regular Season) di domenica 14 maggio ore 16 tra la 2a e la 5a classificata: Matelica-Olympia Agnonese e la 3a e la 4a classificata: San Nicolò Teramo-Vis Pesaro. In caso di parità al termine dei 90 minuti regolamentari vi saranno i supplementari per decretare la vincente. Se il pareggio persisterà passeranno alla fase successiva le squadre meglio classificate al termine del campionato. Sarà così anche per la finale (2a Fase).
2a Fase di domenica 21 maggio in cui le 2 vincenti della 1a Fase (o semifinali che dir si voglia) si affronteranno in finale in casa della meglio classificata nella Regular Season.

Play Out in gara unica di domenica 21 maggio ore 16 in casa della migliore classificata nella Regular Season: Alfonsine (14a)– Castelfidardo (15°).
Chi perde retrocede in Eccellenza, chi vince si salva. In caso di parità al termine dei tempi regolamentari verranno disputati i supplementari, persistendo la parità retrocederà la squadra peggio classificata al termine della stagione regolare.

Ci sarà un solo spareggio in quanto la Recanatese (16a) ha chiuso con un distacco (-11) superiore agli 8 punti dal Campobasso (13°). E così la squadra leopardiana è direttamente retrocessa, mentre quella molisana è salva senza disputare i play out (i quali affinchè si disputino ricordiamo che il distacco tra le squadre abbinate non dev’essere pari o superiore agli 8 punti).

Recanatese (che ha chiuso torneo un distacco superiore ad 8 punti dalla 13a) penultima e Civitanovese ultima (17a), sono direttamente retrocesse in Eccellenza (Marche in questo caso).

CLASSIFICA FINALE SERIE D GIRONE F 2015/16: SAMB * 81, Alma Juventus Fano @ @ 68, Campobasso @ 61, Matelica @ 58, Fermana @ 55, Chieti 49, Recanatese 48, Jesina 47, San Nicolò Teramo 46 , Avezzano 44, Vis Pesaro 43, Castelfidardo 42, Olympia Agnonese 40, Monticelli ° ed Isernia °^ 37, Folgore Veregra ^ 32, Giulianova ^ 27, Amiternina ^ 24.
*= Promossa in Lega Pro (Serie C riunificata) .
@@= Ha disputato e vinto i Play Off, venendo poi ripescata in Lega Pro.
@= Hanno disputato i Play Off.
°= Ha disputato il Play Out.
°^= Retrocesso dopo il Play Out.
^= Retrocesse direttamente in Eccellenza.

CLASSIFICA MARCATORI CONCLUSIVA-:
Manuel Pera del Matelica succede a Mario Titone (che la scorsa stagione con la maglia della Samb, fu capocannoniere del Girone F con 19 reti di cui 3 su rigore) vincendo la classifica cannonieri della Serie D Girone F 2016/17 con 21 centri (di cui 4 su rigore).

Alle sue spalle troviamo Costantino della Vis Pesaro con 20 gol (di cui 1 su rigore)

Completa podio l’italo-argentino Molinari della Fermana con 16 reti (di cui 3 su rigore).

Alle spalle del podio ci sono: Shiba (un rigore trasformato) della Jesina e Giuseppe Negro (7 di cui 2 su rigore con la maglia della Civitanovese e 6 di cui 1 su rigore con quella del Monticelli) con 13 reti.

Segue poi Michael Traini del San Nicolò Teramo con 12 centri (di cui 2 su rigore).

Poi vi sono: Falomi (5 rigori trasformati) della Vis Pesaro, Nicola Fiore e Prisco (un rigore trasformato) della Vastese, l’argentino Olcese (4 rigori trasformati) del San Marino e Petrucci (un rigore trasformato) della Fermana con 11 reti a testa.

Quindi troviamo Bisegna del San Nicolò Teramo con 10 gol (di cui 2 su rigore).

Seguono poi: Baldazzi del San Marino e Ricamato dell’Olympia Agnonese con 9 reti a testa.

A seguire: Cremona (2 rigori trasformati) della Fermana, Vittorio Esposito del Matelica, Daniele Ferri (un rigore trasformato) del Romagna Centro, Daniel Margarita (2 rigori trasformati) dell’Olympia Agnonese, Pedalino (3 rigori trasformati) del Monticelli ed il francese Trudo (un rigore trasformato) della Jesina con 8 gol ciascuno.

Poi ci sono: Bonandi (4 rigori trasformati) della Sammaurese, Simone Fioretti del Campobasso, Stefano Tosi (un rigore trasformato) dell’Alfonsine e Mauro Ragatzu (1 su rigore con la maglia del Pineto e 6 di cui 3 su rigore con quella dell’Olympia Agnonese) con 7 reti a testa.

Quindi ci sono: Francesco Esposito del Pineto, Ivan Buonocunto del San Marino, Davide Evacuo del Matelica, Michele Guida dell’Olympia Agnonese, Umberto Improta (5 rigori trasformati) del Campobasso, Matteo Sartori della Recanatese e Mattia Gagliardi (1 con la maglia del San Marino e 5 di cui 1 su rigore con quella del Romagna Centro) con 6 centri ciascuno.

Poi ci sono: Andrea Antenucci (poi passato alla Vigontina San Paolo) e Stacchiotti del Pineto, Bova del San Marino, Errico e Nicholas Lombardi della Sammaurese, Filipponi e Maisto del Castelfidardo, Galizia (2 rigori trasformati) della Vastese, Gragnoli dell’Olympia Agnonese, Iotti (un rigore trasformato) del Monticelli, Manuzzi, Antonio Salomone (2 rigori trasformati) dell’Alfonsine, Federico Moretti del San Nicolò Teramo, Marco Villanova della Recanatese, Degano (1 con la maglia del Matelica e 4 di cui 2 su rigore con quella della Recanatese), Giorgio Galli (1 con la maglia del Matelica e 4 di cui 1 su rigore con quella del Castelfidardo) e Giovannini (1 con la maglia della Civitanovese e 4 con quella del Monticelli) con 5 gol a testa.

Quindi troviamo: Bracciatelli del Monticelli, Bussaglia del Romagna Centro, Alessandro Comi e Giacomo Ridolfi della Vis Pesaro, Cosimo Cosenza della Vastese, Federico Innocenti dell’Alfonsine, Antonio Martiniello del Campobasso, Paganelli e Riccardo Pieri della Sammaurese, Stivaletta del San Nicolò Teramo, Titone (un rigore trasformato) del Matelica e Vitelli (3 con la maglia dell’Olympia Agnonese ed 1 con quella del Campobasso) con 4 centri ciascuno.

A seguire: Baldinini, Di Maio e Lunardini del Matelica, Braccini del San Marino, Andrea Bucchi del Monticelli, Nicola Cardinali della Jesina, Chiacchiarelli e Massetti del San Nicolò Teramo, Massimo D’Angelo e Salvatore Margarita (un rigore trasformato) della Fermana, D’Elia del Romagna Centro, Felici della Vastese, Daniele Fioretti (un rigore trasformato) e Mordini della Recanatese, Montagnoli e Soragna del Castelfidardo, Roberto Palumbo e Marco Proietti del Pineto, Peluso e Nicolas Santoni della Sammaurese, Rapagnani della Civitanovese ed il marocchino Soudant (un rigore trasformato) del Campobasso con 3 gol a testa.

Seguono poi: Bamonte, Battiloro (poi passato al Romagna Centro), Filippo Bertoni e Paolo Rosetti dell’Alfonsine, Barbosa e Battisti della Civitanovese, Marco Bartoli della Vastese, Boldrini del Matelica, Bosi, Simone De Santis, Di Benedetto e Petronio del San Nicolò Teramo, Cristian Cacciatore, Ciarcelluti, Ganci e Pomante del Pineto, Caprioni, Cenci ed il francese Gassama del San Marino, Censori, Claudio Labriola, Pierandrei e Marco Sassaroli della Jesina, il francese Demonleon ed il croato Pejic dell’Olympia Agnonese, Pasquale Esposito, il brasiliano Germano, Gulin e Leo Grazioso del Campobasso, Giuliano Falco, Lauria e Senigagliesi della Recanatese, Davide Lodi (un rigore trasformato) e Silletti del Castelfidardo, Mureno ed Alessandro Rossi della Vis Pesaro, il portoghese Ninte della Sammaurese, Francesco Russo della Fermana e Tola del Romagna Centro con 2 reti a testa.

Ed infine troviamo: Allocca, Bacchiocchi, Giampiero Di Pietro, Stefano Manzo, Napolitano, Domenico Santoro e Tafili della Vastese, Amati, Indelicato, Andrea Magrini, Maioli, Marco Paolini, Alessandro Pasquini, Brigliadori e Prati del Romagna Centro, Angelilli, Simone Miani (poi passato alla Sangiustese) ed Alessio Pasquini della Recanatese, Baiata, il camerunense Enow, Gregora, Lignani (poi passato alla Vis Pesaro), Marengo, Matteo Maresca ed il senegalese Wade (poi passato al Monticelli) della Civitanovese, Pasquale Berardi, Bordi, il senegalese Kameni e Sassano del Castelfidardo, Bontà, Cameruccio e Tafani della Jesina, Borgese, Frinconi e Lorenzo Perfetti del Matelica, Casalone, Magri, Mechetti e Ricci Maccarini dell’Alfonsine, Cassese, Di Federico (un rigore trasformato), Nicola Guerra e Walter Guerra dell’Olympia Agnonese, Ciabuschi, Donatangelo, Forgione, Iannascoli e Terrenzio del Monticelli, Comotto, Edoardo Ferrante, Gadda, il senegalese Manè, Marolda (poi passato all’Avezzano) e Misin della Fermana, Massimo Ignazio Conte, Ficola, Raparo, Rossoni ed Antonio Tedesco della Vis Pesaro, D’Egidio, Daniele De Carolis, Riccardo Di Stefano (classe 2000), Mozzoni e Napolano del San Nicolò Teramo, Umberto De Lucia e Leonardo Fagioli del San Marino, Alessio Di Giorgio, Maloku ed Emili del Pineto, Iaboni, Lo Perfido e Giuseppe Martinelli del Campobasso ed Incoronato, Roberto Rosini, Scarponi e Tartabini della Sammaurese, tutti con un gol ciascuno.

Autoreti: Cacioli (Matelica) pro San Nicolò Teramo alla 3a giornata, Cassese (Olympia Agnonese) pro San Nicolò alla 30a giornata, Domenella (Civitanovese) pro Pineto alla 29a giornata, Federico Innocenti (Alfonsine) pro Matelica alla 1a giornata, Giuseppe Martinelli (Campobasso) pro San Nicolò all’8a giornata, Giuseppe Negro (Monticelli) pro Fermana alla 24a giornata, Pomante (Pineto) pro Fermana alla 30a giornata e Roberto Rosini (Sammaurese) pro Romagna Centro alla 20a giornata.

L’annullamento del risultato del campo Romagna Centro-Alfonsine 1-1 trasformato in 3-0 a tavolino toglie anche un gol a testa nella classifica cannonieri ai 2 marcatori della gara: Mattia Gagliardi (Romagna Centro) che dovrebbe essere a 6 invece è a 5 e Chmangui (Alfonsine) che purtroppo ne esce almeno per ora dalla stessa (classifica cannonieri).

Marcatori penalizzati dall’annullamento gare disputate dal Chieti:
Matteo Alessandroni (2 di cui 1 su rigore), Francesco Faccini (1), Faella (3), Luigi Genovese (1), Trozzo (1) e Zeetti (1; poi passato al San Nicolò) del Chieti
1a giornata: Cosimo Cosenza (1), Nicola Fiore (1), Stefano Manzo (1) e Prisco (1 su rigore) della Vastese (successo 4-0 interno sul Chieti).
2a giornata: Napolano (2 su rigore), Stivaletta (1) e Michael Traini (1) del San Nicolò (successo per 2-4 a Chieti).
3a giornata: Baldazzi (1), Caprioni (1) e l’argentino Olcese (1) del San Marino (3-1 interno)
4a giornata: Giovannini (1) ed il portoghese Herlein Pereira (1) della Civitanovese (0-2 a Chieti).
5a giornata: Marolda (2), Petrucci (1) e Francesco Russo (1) della Fermana (1-5 a Chieti)
6a giornata: il francese Demonleon (1) e Di Federico (1) dell’Olympia Agnonese (2-1 interno).
7a giornata: Vittorio Esposito (1), Giorgio Galli (1) e Pera (2 di cui 1 su rigore) del Matelica (1-4 a Chieti).
9a giornata: Costantino (3 di cui 1 su rigore) della Vis Pesaro (0-3 a Chieti).
10a giornata: Daniele Fioretti (1) e Simone Miani (1) della Recanatese (2-1 interno).
11a giornata: Prati (1) del Romagna Centro (0-1 a Chieti)
12a giornata: Francesco D’Angelo (1), Germano (1) ed Improta (1 su rigore) del Campobasso (3-0 interno).
13a giornata: Scarponi (1 su rigore) della Sammaurese (0-1 a Chieti)
14a giornata: Cristian Cacciatore (2), Ciarcelluti (1) e Roberto Palumbo (1) del Pineto (4-2 interno).
15a giornata: Bontà (1) della Jesina (0-1 a Chieti).
16a giornata: Albanesi (1), Maisto (2 di cui 1 su rigore) e Soragna (2 di cui 1 su rigore) del Castelfidardo (5-0 interno).
17a ed ultima giornata d’andata: tolti anche i 3 gol che erano stati assegnati a tavolino all’Alfonsine per la gara non disputata in casa del Chieti (che non era sceso in campo).

Autoreti annullate: Zeetti (Chieti) pro Fermana alla 5a giornata.

STATISTICHE SERIE D GIRONE F NEL DETTAGLIO DOPO LA 34A ED ULTIMA GIORNATA:
POSITIVE:
Non ci sono squadre imbattute ne in senso assoluto ne in casa e ne in trasferta.
Migliore Serie Positiva conclusiva Matelica con 7 risultati utili consecutivi (5 successi e 2 pareggi).
La più lunga e dunque la migliore Serie Positiva stagionale è stata quella della Fermana con 18 risultati utili consecutivi (14 successi e 4 pareggi, dalla 13a alla 31a giornata).
Maggior numero di vittorie consecutive conclusive: Castelfidardo (2 in casa ed 1 fuori), Matelica (1 in casa e 2 fuori) e Olympia Agnonese (2 in casa ed 1 fuori) e San Nicolò Teramo (2 in casa ed 1 fuori) con 3 successi consecutivi a testa.
La più lunga e dunque la migliore serie di vittorie consecutive stagionale è stata quella della Fermana con 6 successi consecutivi (3 in casa e 3 fuori, dalla 16a alla 21a giornata).
Miglior attacco: Matelica con 56 gol (30 in casa e 26 fuori; 5 su rigore) segnati con 13 diversi elementi: Baldinini (3), Boldrini (2), Borgese (1), Degano (1; poi passato alle Recanatese), Di Maio (3), Vittorio Esposito (8), Davide Evacuo (6), Frinconi (1), Giorgio Galli (1, poi passato al Castelfidardo), Lunardini (3), Pera (21 di cui 4 su rigore), Lorenzo Perfetti (1) e Titone (4 di cui 1 su rigore). Alle reti dei 13 diversi marcatori bianco-rossi va aggiunta l’autorete di Federico Innocenti (Alfonsine) alla 1a giornata.
Miglior difesa: Sammaurese con 25 reti subite (11 in casa e 14 in trasferta) .
Non subiscono gol da più partite: Matelica (238 minuti complessivi), Olympia Agnonese (190 minuti complessivi), San Nicolò (180 minuti effettivi) e Vis Pesaro (180 minuti effettivi) da 2 gare consecutive a testa.
Migliore differenza reti : Matelica con un +26 (56-30)
Maggior numero di vittorie: Fermana con 21 successi (12 in casa e 9 fuori)
Minor numero di sconfitte: San Nicolò con 4 soli ko (2 in casa e 2 fuori)
Maggior numero di pareggi: Monticelli con 14 pari (6 in casa ed 8 fuori).
La squadra che ha raccolto più punti in casa è la Fermana a quota 38, frutto di 12 successi, 2 pareggi e 2 ko interni.
La squadra che ha raccolto più punti in trasferta è la Fermana a quota 31, frutto di 9 successi, 4 pareggi e 3 ko esterni.
La squadra a segno col maggior numero di giocatori è il San Nicolò Teramo con 15 diversi elementi: Bisegna (10 di cui 2 su rigore), Bosi (2), Chiacchiarelli (3), D’Egidio (1), Daniele De Carolis (1), Simone De Santis (2), Di Benedetto (2), Riccardo Di Stefano (1), Massetti (3), Federico Moretti (5), Mozzoni (1), Napolano (1), Petronio (2), Stivaletta (4) e Michael Traini (12 di cui 2 su rigore). Alle reti dei 15 diversi marcatori bianco-azzurri vanno aggiunte le autoreti di: Cacioli (Matelica) alla 3a giornata, Giuseppe Martinelli (Campobasso) all’8a giornata e Cassese (Olympia Agnonese) alla 30a giornata.
Minor numero di espulsioni: Romagna Centro con 2 soli cartellini rossi.
Minor numero di ammonizioni: Sammaurese con 60 cartellini gialli
Migliore media inglese: Fermana con +5.

NEGATIVE:
Peggior serie negativa conclusiva e la più lunga stagionale: Civitanovese con 9 ko consecutivi (4 in casa e 5 fuori, dalla 26a alla 34a ed ultima giornata)
Maggior numero di sconfitte : Civitanovese con 21 ko (8 in casa e 13 fuori).
Minor numero di vittorie: Civitanovese con 3 soli successi (tutti in casa)
Minor numero di pareggi: Fermana (2 in casa e 4 in trasferta) e Matelica (3 in casa e 3 in trasferta) con 6 soli pari a testa.
Peggior difesa: Civitanovese con 69 reti incassate (29 in casa e 40 in trasferta) .
Peggior attacco: Civitanovese con 22 sole reti segnate (13 in casa e 9 fuori; 2 su rigore) con 12 diversi marcatori: Baiata (1), Barbosa (2), Battisti (2), il camerunense Enow (1), Giovannini (1; poi passato al Monticelli), Gregora (1), Lignani (1; poi passato alla Vis Pesaro), Marengo (1), Matteo Maresca (1), Giuseppe Negro (7 di cui 2 su rigore; poi passato al Monticelli), Rapagnani (3) ed il senegalese Wade (1; poi passato al Monticelli).
Peggior differenza reti: Civitanovese con un -47 (22-69).
Non segna da più partite: San Marino da 3 gare consecutive (295 minuti complessivi)
Le squadre che hanno raccolto meno punti tra le mura amiche sono: Civitanovese e Recanatese a quota 14, frutto di 3 successi, 5 pareggi ed 8 ko interni a testa.
La squadra che ha raccolto meno punti esterni è la Civitanovese a quota 3, frutto di 3 pareggi e 13 ko esterni.
Le squadre a segno col minor numero di giocatori sono: Castelfidardo e San Marino con 11 diversi marcatori a testa.
Castelfidardo: Pasquale Berardi (1), Bordi (1), Filipponi (5), Giorgio Galli (4 di cui 1 su rigore), il senegalese Kameni (1), Davide Lodi (1 su rigore), Maisto (5), Montagnoli (3), Sassano (1), Silletti (2) e Soragna (3).
San Marino: Baldazzi (9), Bova (5), Braccini (3), Ivan Buonocunto (6), Caprioni (2), Cenci (2), Umberto De Lucia (1), Leonardo Fagioli (1), il francese Gassama (2), Mattia Gagliardi (1; poi passato al Romagna Centro) e l’argentino Olcese (11 di cui 4 su rigore).
Maggior numero di espulsioni (di giocatori) : Jesina con 9 cartellini rossi
Maggior numero di ammonizioni: Fermana con 87 cartellini gialli .
Peggior media inglese: Civitanovese con un – 47.

STATISTICHE REGULAR SEASON MONTICELLI:
Vittorie: 11 (2-3 a Fermo alla 7a giornata, 1-2 sul campo dell’Olympia Agnonese alla 10a, 1-0 “interno” sul neutro di Grottammare con il Romagna Centro alla 13a, 3-0 “interno” sul neutro di Monte San Giusto [Macerata] con il Pineto alla 15a, 1-0 “interno”, sempre sul neutro di Monte San Giusto [Macerata] con il Castelfidardo alla 18a, 0-1 sul campo della Civitanovese alla 23a, 1-2 a Pesaro alla 28a, 2-0 “interno” sul neutro di Monte San Giusto [Macerata] con la Recanatese alla 29a, 2-1 interno col Campobasso alla 31a , 1-3 a Pineto alla 32a e 2-1 interno con la Jesina alla 33a)
Pareggi: 14* (0-0 a Castelfidardo alla 1a giornata, 2-2 sul campo della Vastese alla 3a, altro 2-2 stavolta “interno” sul neutro di Sant’Egidio alla Vibrata [Teramo] col San Nicolò alla 4a, 1-1 a Serravalle, sul campo del San Marino alla 5a, altro 1-1, stavolta interno, con la Civitanovese alla 6a, 0-0 “interno”sul neutro di Grottammare contro la Vis Pesaro all’11a, 1-1 a Recanati alla 12a, 0-0 a Campobasso alla 14a, altro 0-0 esterno, stavolta a Jesi alla 16a, ancora uno 0-0, stavolta “interno” sul neutro di Monte San Giusto [Macerata] con la Vastese alla 20a, 1-1 a Teramo sul campo del San Nicolò alla 21a, altro 1-1, stavolta “interno” sul neutro di Fermo col San Marino alla 22a, ancora un 1-1 “interno”, stavolta sul neutro di Monte San Giusto [Macerata] con l’Olympia Agnonese alla 27a e 0-0 sul campo del Romagna Centro alla 30a)
Sconfitte: 7 (1-2 “interno” sul neutro di Teramo con l’Alfonsine alla 2a giornata, 0-2 sempre “interno”, stavolta sul neutro di Grottammare col Matelica nel recupero della 9a giornata, altro 1-2 interno, stavolta con la Sammaurese alla 17a, 2-1 sul campo dell’Alfonsine alla 19a, 2-3 “interno” sul neutro di Monte San Giusto [Macerata] con la Fermana alla 24a, 2-0 a Matelica alla 26a e 3-0 sul campo della Sammaurese alla 34a ed ultima giornata)
Gol fatti: 37 (20 in casa e 17 fuori; 5 su rigore) con 13 diversi marcatori: Bracciatelli (4), Andrea Bucchi (3), Ciabuschi (1), Donatangelo (1), Filiaggi (1), Forgione (1), Giovannini (4), Iannascoli (1), Iotti (5 di cui 1 su rigore), Giuseppe Negro (6 di cui 1 su rigore), Pedalino (8 di cui 3 su rigore), Sosi (1) e Terrenzio (1).
Gol subiti: 33 (16 in casa e 17 fuori).
Differenza reti: +4 (37-33)
Capocannoniere: Saverio Pedalino con 8 reti (di cui 3 su rigore).
Punti interni: 24 (su 16 gare interne), frutto di 6 successi, 6 pareggi e 4 ko interni.
Punti esterni: 23 (su 16 gare esterne), frutto di 5 successi, 8 pareggi e 3 ko esterni.
Espulsioni (di giocatori): 7 (2 per Terrenzio entrambe per doppia ammonizione: alla 2a ed alla 28a giornata ed una a testa per: Aloisi per fallo di reazione alla 19a giornata, Canali per doppia ammonizione alla 3a giornata, Pedalino per proteste alla 1a giornata, Pierantozzi per scorrettezze alla 3a giornata e Capitan Sosi per doppia ammonizione alla 30a giornata)
Ammonizioni: 72 .
Media inglese: -17.
Nella Coppa Italia di Serie D la squadra di Nico Stallone è stata subito eliminata nel Turno Preliminare perdendo 4-2 ai rigori sul campo della Civitanovese, dopo l’1-1 (50’Negro [C], 80’Pedalino [M]) dei 90 minuti regolamentari. Sequenza rigori: Wade (C) gol, Forgione (M) traversa, Barbosa (C) alto, Sosi (M) gol, Rapagnani (C) gol, Bracciatelli (M) parato, Loconte (C) gol, Amelii (M) gol e Negro (C) gol.
*= Sarebbero 15 i pari raccolti, ma lo 0-0 interno col Chieti sul neutro di Sant’Egidio alla Vibrata [Teramo] nel recupero dell’8a giornata, è stato annullato, in quanto la squadra teatina si è ritirata dal torneo.

Queste nel dettaglio le squadre che hanno composto il Girone F di Serie D 2016/17 con i loro rispettivi allenatori :
Alfonsine (Squadra dell’omonimo comune in provincia di Ravenna. Neopromossa in Serie D avendo la scorsa stagione vinto il Campionato d’Eccellenza Emilia Romagna Girone B): Luigi Candeloro (Confermato)
Campobasso: (Squadra dell’omonimo comune molisano. La scorsa stagione giunto 3° nel Girone F, ha poi perso la finale Play Off giocata sul campo del Fano ) Raffaele Novelli (Nuovo), che poi si è dimesso ed è stato rilevato alla 21a giornata dal duo formato dal Diesse Antonio Minadeo e dal tecnico della Juniores Giovanni Piccirilli e dalla 22a giornata da Massimo Silva.
Castelfidardo (Squadra dell’omonimo comune in provincia di Ancona. La scorsa stagione giunto 12° nel Girone F): Gianluca De Angelis (nuovo), poi esonerato e rilevato alla 15a e 16a giornata dal tecnico della Juniores Giorgio Pantalone e poi dalla 17a giornata da Roberto Cappellacci, poi a sua volta esonerato e rilevato alla 23a giornata da Ruben Dario Bolzan.
Civitanovese (Squadra di Civitanova Marche [Macerata]. Neopromossa in Serie D avendo la scorsa stagione vinto il Campionato d’Eccellenza Marche): Bruno Caneo (nuovo), poi esonerato e rilevato alla 20a giornata da Roberto Cevoli, che poi si è dimesso ed è stato rilevato alla 28a giornata dal vice-tecnico Massimo Scoponi.
Fermana (Squadra di Fermo. La scorsa stagione giunta 5a nel Girone F, ha perso o meglio pareggiato dopo i supplementari la semifinale Play Off del suddetto Girone sul campo del Fano): Flavio Destro (confermato)
Jesina (Squadra di Jesi [Ancona]. La scorsa stagione giunta 8a nel Girone F): Roberto Vagnoni (nuovo), poi esonerato e rilevato alla 10a giornata da Yuri Bugari.
Matelica(Squadra dell’omonimo comune in provincia di Macerata. La scorsa stagione giunto 4° nel Girone F, ha poi perso la semifinale Play Off giocata sul campo del Campobasso): Aldo Clementi (confermato), poi esonerato e rilevato alla 7a giornata da Antonio Mecomonaco, poi anch’egli esonerato e rilevato alla 28a giornata dallo stesso Aldo Clementi.
MONTICELLI (Squadra dell’omonimo quartiere di Ascoli Piceno. La scorsa stagione giunto 14° nel Girone F a pari punti con l’Isernia, si è salvato vincendo o meglio pareggiando dopo i supplementari tra le mura amiche spareggio play out con l’Isernia. Salvezza ottenuta nel suo 1° storico Campionato di Serie D): Nico Stallone (confermato)
Olympia Agnonese (Squadra di Agnone [Isernia]. La scorsa stagione giunta 13a nel Girone F): Alessandro Del Grosso (nuovo)
Pineto (Squadra dell’omonimo comune in provincia di Teramo. Neopromossa in Serie D dopo essere giunto 3° nell’Eccellenza Abruzzo, ha poi vinto una delle 7 finali dei Play Off Nazionali contro gli umbri del Subasio) : Aldo Ammazzalorso (confermato), poi esonerato e rilevato alla 7a giornata da Daniele Amaolo.
Recanatese (Squadra di Recanati [Macerata]. La scorsa stagione giunta 7a nel Girone F): Matteo Possanzini (nuovo), poi esonerato e rilevato alla 19a giornata da Antonio Soda.
Romagna Centro (Squadra di Martorano, frazione di Cesena [dove allo stadio Dino Manuzzi il Romagna Centro gioca spesso le sue gare interne]. La scorsa stagione giunto 13° a pari punti con il Ravenna nel Girone D): Simone Muccioli (nuovo)
Sammaurese (Squadra di San Mauro Pascoli [Forlì-Cesena]. La scorsa stagione giunta 10a nel Girone D): Stefano Protti (confermato)
San Marino (Squadra di Serravalle, castello della Repubblica di San Marino. La scorsa stagione giunto 4° nel Girone D, ha poi perso la semifinale Play Off giocata sul campo del Forlì): Filippo Medri (confermato) poi esonerato e rilevato alla 9a giornata da Pino Di Meo.
San Nicolò Teramo (Squadra dell’omonima frazione di San Nicolò a Tordino in provincia di Teramo [dove gioca le sue gare interne]. La scorsa stagione giunto 9° nel Girone F): Massimo Epifani (confermato)
Vastese (Squadra di Vasto [Chieti]. Neopromossa in Serie D avendo vinto il Campionato d’ Eccellenza Abruzzo): Gianluca Colavitto (confermato), poi esonerato e rilevato alla 23a giornata da Massimiliano Favo.
Vis Pesaro (Squadra di Pesaro capoluogo con Urbino della provincia Pesaro-Urbino. La scorsa stagione giunta 11a nel Girone F): David Sassarini (nuovo).

Chieti (Squadra dell’omonimo comune abruzzese. La scorsa stagione giunto 6° nel Girone F): Alberto Mariani (nuovo). E’poi fallito ritirandosi dal torneo e non disputerà il Girone di ritorno.

In neretto le squadre che hanno sostituito il proprio allenatore iniziale.

ALBO D’ORO SERIE D (che esiste dalla stagione 1948/49 ma fino alla stagione 1991/92 si chiamava Interregionale) Girone F (che dal 1982 ha quasi sempre raccolto le squadre del centro-sud di Marche ed Abruzzo in particolar modo) ed altri Gironi che dal 1980 ad oggi hanno raccolto le squadre marchigiane :
1979/80 °: Maceratese e Cattolica (Nel Girone C dove c’era anche il Chievo Verona, oggi in Serie A) e Frattese e Campania (Nel Girone F, allora ancora senza squadre marchigiane) ;
1980/81°: Vigor Senigallia e Jesi (Girone C dove c’era anche il Chievo Verona) ed Akragas e Modica (Girone F dove non c’erano ancora squadre marchigiane);
1981/82: Elpidiense (Girone F) ;
1982/83 Cesenatico (Girone F) ;
1983/84: Fermana (Girone F) ;
1984/85:Ravenna (Girone F) ;
1985/86: Vis Pesaro che vinse spareggio a 3 con Gubbio e Riccione, squadre che erano giunte prime a pari punti con i vissini (Girone F) e Lanciano (ora in Serie B) che vinse spareggio col Chieti giunto anch’esso primo a pari punti con i lancianesi (Girone H);
1986/87 : Gubbio (Girone F) e Chieti (Girone H);
1987/88: Poggibonsi (Girone F) e Trani (Girone H);
1988/89: Mobilieri Ponsacco (Girone F ) e Castel di Sangro (Girone G) ;
1989/90: Imola * ma poi fallì e la promozione saltò (Girone F) e Vastese (Girone G) ;
1990/91: Colligiana (Girone F) ed Avezzano (Girone G). In questa stagione chi vinceva il proprio Girone non veniva subito promosso in C2 ma doveva prima vincere anche lo spareggio con la squadra vincitrice del Girone confinante. In quell’anno ad essere promosso fu l’Avezzano che battè proprio la Colligiana nel doppio spareggio ;
1991/92: L’Aquila (Girone F, per la prima volta dal 1982 senza squadre marchigiane) e Sulmona (Girone G). Nonostante avessero vinto i loro rispettivi Gironi le 2 squadre abruzzesi non furono promosse in C2 in quanto perdettero i rispettivi spareggi contro altre 2 vincitrici di Gironi : Gualdo (E) e Sora (H);
1992/93: Nuova Maceratese (Girone E) e Torres (Girone F, per la 2a volta dal 1982 senza squadre marchigiane) ;
1993/94:Vis Pesaro (Girone E) e Teramo (Girone F, per la terza volta dal 1982 senza squadre marchigiane);
1994/95:Tolentino (Girone F) ;
1995/96: Arezzo (Girone E) e Maceratese (Girone F, dove c’era anche la Samb giunta 14a);
1996/97: Castel San Pietro (Girone E) ed Astrea (Girone F, dove c’era anche la Samb giunta terza);
1997/98:L’Aquila (Girone F, dove c’era anche la Samb giunta terza) ;
1998/99: Imolese (Girone D, dove c’era anche la Samb giunta quarta) e Castelnuovo (Girone F per la quarta volta dall’82 senza squadre marchigiane);
1999/2000: San Marino (Girone F, dove c’era anche la Samb giunta 8a) ;
2000/01: Poggese (Girone D) e Samb (Girone F) ;
2001/02:Fano (Girone E) e Tivoli (Girone F, per la 5a ed ad oggi ultima volta dal 1982, senza squadre marchigiane);
2002/03: Ravenna (Girone D) e Rosetana (Girone F) ;
2003/04: Castel San Pietro (Girone D) e Morro d’Oro (Girone F, dove c’era anche il Grottammare);
2004/05: Foligno (Girone F, dove c’era anche il Grottammare) ;
2005/06: Val di Sangro (Girone F, dove c’era anche il Grottammare);
2006/07: Pescina Valle del Giovenco (Girone F, dove c’erano anche Centobuchi e Grottammare);
2007/08: Giacomense (Girone D) e Sangiustese (Girone F, dove c’erano anche Centobuchi e Grottammare, quest’ultimo giunto quinto ed approdato ai Play Off poi persi con la Renato Curi Angolana) ;
2008/09: Pro Vasto (Girone F, dove c’erano anche Centobuchi e Grottammare, quest’ultimo poi retrocesso);
2009/10: Pisa (Girone D) e Chieti (Girone F, dove c’era anche il Centobuchi poi retrocesso dopo i play out persi contro la Renato Curi Angolana);
2010/11: Santarcangelo (Girone F, dove c’era anche la Samb giunta 11a a pari punti con Atletico Trivento, Luco Canistro ed Olympia Agnonese) ;
2011/12: Teramo (Girone F, dove c’era anche la Samb giunta seconda a -1 dal Teramo ha vinto i Play Off , approdando a quelli Nazionali dove è stata eliminata alla 4a Fase perdendo ai rigori col Legnago Salus) ;
2012/13: Samb (Girone F) poi fallita in estate e ripartita dall’Eccellenza Marche ;
2013/14: Ancona 1905 (Girone F).
2014/15: Maceratese (Girone F , dove c’era anche la Samb giunta 3a e poi eliminata nella 2a Fase dei Play Off perdendo in casa col San Nicolò);
2015/16: Samb(Girone F , dove c’era anche il Monticelli giunto 14° a pari punti con l’Isernia poi battuta nello spareggio play out ottenendo così la salvezza).
2016/17: Fermana

*= al posto dell’Imola fallito non fu clamorosamente ripescato il Gualdo giunto primo a pari punti e sconfitto dall’Imola stessa nello spareggio promozione ma bensì il Bisceglie che era retrocesso dalla C2. Così il Girone F rimase quell’anno senza promozioni.
°= c’erano 2 promozioni in C2 che spettavano alle prime 2 classificate di ogni girone.
Dalla stagione 2013/14 la squadra promossa va in Lega Pro (Serie C riunificata come accadeva dalla stagione 1948/49 a quella 1976/77 prima cioè che fosse introdotta la C2) mentre nelle stagioni precedenti da quella 1977/78 fino a quella 2007/08 andava in C2 poi ribattezzata (dalla stagione 2008/09) 2a Divisione.

COPPA ITALIA SERIE D (VINTA LA SCORSA STAGIONE DAL FONDI) 2016/17:

Risultati Ottavi di finale di mercoledì 23 novembre 2016:
Gara 1: Folgore Caratese-Chieri 1-2
Gara 2: Viareggio-Montecatini 0-3
Gara 3: Union Arzignanochiampo-Darfo Boario 1-2. Risultato che non era stato omologato per ricorso presentato dalla squadra locale. Ma il Giudice Sportivo ha poi respinto il ricorso dell’Union Arzignanochiampo confermando il risultato del campo.
Gara 4: Altovicentino-Adriese 1-2
Gara 5: Lentigione-Jesina 4-1 (19’Marijanovic, 21’Niccolò Molinari, 29’Pierandrei [J] su rigore, 32’Fanti, 78’Miftah. Al 66′ Pierandrei della Jesina ha fallito un rigore parato dall’estremo locale Borges)
Gara 6: Albalonga-Grosseto 4-1
Gara 7: Frattese -Torres (Gara giocata giovedì 24 novembre ) 6-1
Gara 8:Francavilla-Bisceglie 0-1

D.T.R. = Dopo Tempi Regolamentari D.C.R. = Dopo Calci Rigore
In neretto le squadre che accedono ai quarti di finale.

Risultati Quarti di finale in gara unica di mercoledì 1° febbraio 2017:
Gara 1:Chieri -Montecatini 4-0
Gara 2:Darfo Boario -Adriese 2-1
Gara 3: Lentigione-Albalonga 1-3
Gara 4: Bisceglie-Frattese 2-1

In neretto le squadre approdate alle semifinali

Semifinali di mercoledì 1° (andata) e 29 (ritorno) marzo 2017:
Darfo Boario-Chieri 0-1 ed 1-3
Bisceglie-Albalonga 0-0 (Gara di ritorno giocata mercoledì 19 aprile) ed 1-4

In neretto le 2 squadre approdate in finale.

Finale in gara unica di sabato 20 (e non più il 13 come in precedenza stabilito) maggio 2017 ore 16:
Chieri-Albalonga

La Coppa Italia di Serie D (detenuta dal Fondi, poi ripescato in Lega Pro avendo vinto pure i Play Off del Girone H) è iniziata il 21 agosto 2016 con il Turno Preliminare in gara unica a cui hanno fatto seguito il 1° Turno del 28 agosto, i Trentaduesimi di finale (in cui sono entrati in gioco anche le 9 squadre che hanno partecipato alla Coppa Italia Tim tra cui la Fermana eliminata dalla Cremonese) del 28 settembre, i sedicesimi di finale del 26 ottobre, gli ottavi di finale del 23 novembre, i quarti di finale del 1°febbraio 2017 e le semifinali del 1° marzo (andata) e del 29 marzo e 19 aprile (ritorno da completare).
Seguirà poi la finale di sabato 20 (e non più il 13 come in precedenza stabilito) maggio 2017.
Tutti i turni da quello Preliminare ai quarti si sono giocati in gara unica, così sarà anche per la finale che si giocherà in campo neutro. Solo le semifinali si sono giocate in gara doppia (andata e ritorno).

LEGA PRO:

Queste le 3 squadre dei rispettivi Gironi di Serie C promosse in Serie B e le 3 direttamente retrocesse in Serie D :
Girone A:
Cremonese promossa in Serie B (dove manca dalla stagione 2005/06) ; Racing Roma ultima in classifica è retrocessa direttamente in Serie D.
Girone B: Venezia promosso in Serie B (dove manca dalla stagione 2004/05); Ancona ultimo in classifica è retrocesso direttamente in Serie D.
Girone C: Foggia promosso in Serie B (dove manca dalla stagione 1997/98) ;
Taranto ultimo in classifica è retrocesso direttamente in Serie D.
In neretto le squadre promosse in Serie B
Alle 3 squadre sopra citate (vincitrici dei rispettivi Gironi) si aggiungerà la vincente dei Play-Off (vinti la scorsa stagione dal Pisa).
Le 3 squadre vincitrici dei rispettivi Gironi si giocheranno ora la Supercoppa di Lega Pro (vinta la scorsa stagione dalla Spal).
La Coppa Italia di Lega Pro 2017 è andata al Venezia che ha avuto ragione del Matera nella doppia finale (andata 1-0 interno per il Matera e ritorno 3-1 interno per il Venezia) .

PLAY OFF

Programma 1a Fase in gara unica Play Off Lega Pro di domenica 14 maggio:
Girone A: L’Alessandria (2°) riposerà nella 1a Fase in cui si giocheranno 4 partite in gara unica in casa delle meglio classificate al termine della Regular Season:
Livorno (3°)-Renate (10°) ore 16,30, Arezzo (4°)-Lucchese (9a) anticipata a sabato 13 maggio alle ore 20,30, Giana Erminio (5°)- Viterbese Castrense (8a) ore 16,30 e Piacenza (6°)- Como (7°) ore 18.
Girone B : Il Parma (2°) riposerà nella 1a Fase in cui si giocheranno 4 partite in gara unica in casa delle meglio classificate al termine della Regular Season:
Pordenone (3°)-Bassano Virtus (10°) ore 18, Padova (4°)-Albinoleffe (9°) ore 14,30, Reggiana (5a)-Feralpisalò (8a) ore 16,30 e Gubbio (6°)-Samb (7a), quest’ultima anticipata a sabato 13 maggio alle ore 15,30.
Girone C: Il Lecce (2°) ed il Matera (3° ma soprattutto finalista della Coppa Italia) riposeranno nella 1a Fase di domenica 14 maggio in cui si giocheranno 4 partite in gara unica in casa delle meglio classificate al termine della Regular Season: Juve Stabia (4a)-Catania (11°) ore 15, Virtus Francavilla (5a)-Fondi (10°) ore 17,30, Siracusa (6°)- Casertana (9a) ore 20,30 e Cosenza (7°)- Paganese (8a) ore 20,30.

In caso di parità di punteggio al termine dei 90 minuti regolamentari, acquisirà l’accesso alla 2a Fase la squadra meglio classificata al termine della stagione regolare.

Nella 2a Fase in gara doppia (andata domenica 21 maggio e ritorno mercoledì 24 maggio) e a sfide incrociate (tra i 3 Gironi) entreranno in gioco anche le seconde classificate dei 3 Gironi: Alessandria, Parma e Lecce nonchè il Matera, finalista della Coppa Italia .

Programma 2a Fase (ottavi di finale; 21 l’andata e 24 maggio il ritorno):
Gara 1: vincente di Siracusa-Casertana vs Alessandria (2a classificata nel Girone A)
Gara 2: vincente di Piacenza-Como vs Parma (2° classificato nel Girone B)
Gara 3: vincente di Gubbio-SAMB vs Lecce (2° classificato nel Girone C)
Gara 4: vincente di Cosenza-Paganese vs Matera (finalista della Coppa Italia di Lega Pro)
Gara 5: vincente di Livorno-Renate vs vincente di Virtus Francavilla-Fondi
Gara 6: vincente di Pordenone-Bassano Virtus vs vincente di Giana Erminio-Viterbese Castrense
Gara 7: vincente di Juve Stabia-Catania vs vincente di Reggiana-Feralpisalò
Gara 8: vincente di Arezzo-Lucchese vs vincente di Padova-Albinoleffe

A conclusione delle 8 gare doppie (andata e ritorno), risulteranno vincitrici le squadre che avranno ottenuto il miglior punteggio. In caso di parità di punteggio, dopo la gara di ritorno, risulterà vincente la squadra meglio classificata al termine della regular season. Le 8 squadre vincitrici accederanno poi alla Final eight.

Final Eight Play Off (Quarti di finale, gare di andata mercoledì 31 maggio 2017 e gare di ritorno domenica 4 giugno 2017)
Alla fase cosiddetta Final Eight partecipano le 8 squadre vincenti gli incontri della 2a Fase (ottavi di finale), che verranno inserite in un tabellone e accoppiate mediante sorteggio. Il tabellone prevederà oltre ai quarti anche le semifinali e la finale. Il tutto sarà così articolato:
i confronti valevoli quali Quarti di finale saranno disputati in gare di andata (mercoledì 31 maggio) e ritorno (domenica 4 giugno). In caso di parità, saranno disputati i tempi supplementari e perdurando tale situazione, si ricorrerà ai calci di rigore.

Final Four (Semifinali martedì 13 e mercoledì 14 giugno e Finale di sabato 17 giugno) a Firenze
Le Semifinali invece saranno disputate in gara unica martedì 13 e mercoledì 14 giugno ed in campo neutro (Firenze) scelto dalla Lega Pro. In caso di parità, saranno disputati i tempi supplementari e perdurando tale situazione, si ricorrerà ai calci di rigore.
Anche la Finale sarà disputata in gara unica sabato 17 giugno ed in campo neutro (Firenze) scelto dalla Lega Pro. In caso di parità, saranno disputati i tempi supplementari e perdurando tale situazione, si ricorrerà ai calci di rigore.

PLAY OUT (Andata domenica 21 e ritorno domenica 28 maggio)
Girone A: Lupa Roma (19a)-Carrarese (16a) e Tuttocuoio (18a)-Prato (17°).
Girone B : Lumezzane (19°)-Teramo (16°) e Forlì (18°)-Alma Juventus Fano (17a).
Girone C: Melfi (19°)- Akragas (16°) e Catanzaro (18°)-Vibonese (17a).
Le gare d’andata verranno disputate sui campi delle squadre peggio classificate al termine della Regular season. Viceversa sarà per le gare di ritorno.
In caso di parità di punteggio, dopo le gare di ritorno, per determinare le squadre vincenti si terrà conto della differenza reti, in caso di ulteriore parità saranno considerate vincenti le squadre meglio classificate al termine del campionato. Le squadre vincenti gli spareggi saranno salve mentre le 2 perdenti retrocederanno in Serie D come 18a e 19a classificata.

ECCELLENZA

Ecco il quadro Nazionale aggiornato di tutte le squadre che hanno vinto o sono in testa ai propri campionati regionali d’Eccellenza e sono dunque approdate o stanno per approdare in Serie D:
Abruzzo : Nerostellati 1910
Basilicata: Real Metapontino
Calabria: Isola Capo Rizzuto
Campania: Portici (Nel Girone A) ed Ebolitana (Nel Girone B)
Emilia Romagna: Vigor Carpaneto (Girone A) e Rimini (Girone B)
Friuli Venezia Giulia: Cjarlins Muzane
Lazio: Sff Atletico (Girone A) e Cassino (Girone B )
Liguria: Albissola 2010
Lombardia (unica regione che ha tre gironi d’Eccellenza): Arconatese (Girone A), Crema (Girone B) e Rezzato (Girone C)
Marche: Sangiustese
Molise: Macchia
Piemonte e Valle D’Aosta (unica regione che non ha un proprio girone d’Eccellenza): Borgaro Torinese che ha vinto (4-3 ai rigori dopo l’1-1 dei tempi supplementari) lo spareggio giocato sul neutro di Biella contro la Juventus Domo che era giunta prima a pari punti con i torinesi (Girone A) e Castellazzo Bormida (Girone B nel quale Acqui e Novese sono state radiate e dunque escluse dal torneo dopo 4 rinunce a giocare)
Puglia: Audace Cerignola
Sardegna: Tortoli
Sicilia: Paceco (Girone A ) e Sporting Club Palazzolo (Girone B)
Toscana: Seravezza Pozzi Calcio (Girone A) e Montevarchi (Girone B).
Trentino Alto Adige: Trento
Umbria: Villabiagio°
Veneto: Ambrosiana (Girone A) e Liventina (Girone B).
In neretto le squadre promosse in serie D.
A queste squadre sopra citate nei rispettivi Gironi di Serie D dove verranno inserite si aggiungeranno le 7 vincitrici dei play off Nazionali d’Eccellenza ed il Troina (squadra siciliana finalista della Coppa Italia Dilettanti vinta dal Villabiagio che ha vinto anche il proprio campionato Regionale).
° ha vinto anche la Coppa Italia Dilettanti.

Programma Primo turno (Semifinali) Play Off Nazionali d’Eccellenza (andata 21 maggio 2017 – ritorno 28 maggio 2017):
A) Vincente di Juventus Domo-Borgovercelli (Eccellenza Piemonte e Valle d’Aosta Girone A) – Vincente di Calcio Romanese-Vobarno (Eccellenza Lombardia Girone C)
B) Vado (Liguria) – Pavia (Lombardia Girone A)
C) Vincente di Tortona-Saluzzo (Piemonte e Valle d’Aosta Girone B) – Clodiense (Veneto Girone A)
D) Union San Giorgio Sedico (Veneto Girone B) – Torviscosa (Friuli Venezia Giulia)
E) Vincente di Casatese Rogoredo-Villa d’Almè Valbrembana (Lombardia Girone B) – Bozner (Trentino Alto Adige)
F) Vincente di Francavilla-Alba Adriatica (Abruzzo) – Vincente di Angelana-Ventinella (Umbria)
G) Vincente di Roselle-Atletico Piombino (Toscana Girone A) – Fabriano Cerreto (Marche)
H) Vincente di Baldaccio Bruni-Zenith Audax (Toscana Girone B) – Aprilia (Lazio Girone B)
I) Folgore Rubiera (Emilia Romagna Girone A) – Sasso Marconi (Emilia Romagna Girone B)
L) Budoni (Sardegna) – Valle del Tevere (Lazio Girone A)
M) Cittanovese (Calabria) – Vincente di Folgore Selinunte -Riviera Marmi (Sicilia Girone A)
N) Acireale (Sicilia Girone B) –Team Altamura (Puglia)
O) Vincente di Oplonti Pro Savoia -San Giorgio (Campania Girone A) -Vincente di Soccer Lagonegro -Real Senise (Basilicata)
P) Vincente di Vastogirardi-Isernia (Molise) – Vincente di Sorrento -Audax Cervinara (Campania Girone B)

Questi gli accoppiamenti del secondo turno (Finali) Play Off Nazionali d’ Eccellenza (andata 4 giugno 2017 – ritorno 11 giugno 2017):
Vincente C – Vincente D
Vincente A – Vincente B
Vincente E – Vincente L
Vincente H – Vincente I
Vincente G – Vincente F
Vincente N – Vincente O
Vincente M – Vincente P

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 151 volte, 1 oggi)