SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nei giorni scorsi, nel Palazzo della Provincia di Ravenna, si è svolto il primo incontro sul “Progetto Life Primes”: obiettivo del programma è quello di sensibilizzare e far diventare le comunità locali consapevoli e resilienti, preparate ad affrontare i rischi legati ai cambiamenti climatici e pronte a partecipare alla gestione del territorio.

Life Primes è portato avanti dalla Regione Emilia Romagna come soggetto capofila insieme alle Regioni Marche e Abruzzo con il partenariato di Arpae Emilia Romagna, Università Politecnica delle Marche e i dipartimenti di Protezioni Civile di Marche e Abruzzo.

Il Comune di San Benedetto del Tronto, che ha aderito da tempo al programma, era rappresentato dal consigliere Valerio Pignotti su delega del sindaco Piunti insieme al Responsabile della Protezione Civile, il capitano Vinicio Cipolloni della Polizia Municipale.

“Il tema è infatti uno di quelli centrali per l’Amministrazione comunale – spiega Pignotti – nell’ambito del più ampio concetto di sicurezza. I prossimi tavoli di confronto vedranno protagonisti i temi della pianificazione e dei piani di intervento in materia di rischio idrogeologico derivante, ad esempio, da alluvioni e mareggiate. Inoltre – prosegue Pignotti – tra le azioni del progetto c’è anche la promozione della “cultura del rischio”, elemento chiave per portare il cittadino ad auto responsabilizzarsi”.

Il 9 maggio a San Benedetto del Tronto si terrà un incontro tra il sindaco Piunti e i responsabili della Protezione Civile delle Marche per rinnovare l’impegno di San Benedetto in questo importante progetto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 110 volte, 1 oggi)