ANCONA – La Giunta regionale ha recentemente approvato lo schema di Protocollo d’intesa tra la Federazione italiana amici della bicicletta (Fiab) e le Regioni adriatiche per la promozione e l’inserimento della Ciclovia Adriatica nella rete Eurovelo e nel sistema nazionale di Ciclovie Turistiche.

Lunedì 8 maggio l’intesa verrà firmata a Palazzo Raffaello. Contenuti e finalità del protocollo saranno contestualmente presentati dalla vicepresidente Anna Casini e dalla presidente di Fiab Giulietta Pagliaccio, nel corso di una conferenza stampa che si terrà, sempre lunedì 8 maggio, alle ore 11.45 presso la Sala Raffaello di Palazzo Raffaello di Ancona.

La Ciclovia adriatica è lunga 1.300 chilometri (attraversa sette regioni italiane, da Trieste a Santa Maria di Leuca) e comprende il tratto litorale marchigiano di circa 190 chilometri. Il protocollo d’intesa con Fiab è funzionale a dare alla ciclovia adriatica il giusto riconoscimento nel sistema della mobilità lenta regionale, nazionale ed europeo.

La Fiab promuove, da tempo, l’adesione della Ciclovia Adriatica alla rete ciclabile europea Eurovelo (progetto dell’ECF-European Cyclists’ Federation, che sviluppa 12 itinerari ciclabili di oltre 70 mila chilometri, di cui 40 mila già utilizzabili) e all’interno del sistema nazionale delle ciclovie, riconosciuto dai Ministeri Infrastrutture Trasporti e Beni culturali. Presenzieranno alla firma e all’incontro con la stampa, anche Enrico Tosi (Coordinatore Fiab Marche), Letizia Ghezzo (presidente Fiab-Fano), Enzo Impiccini (Presidente Fiab-Ascoli Piceno), Mario Petrolati (presidente Fiab-Chiaravalle), Paolo Laureati (rappresentante Fiab-San Benedetto del Tronto), Leonardo Zan (rappresentante Fiab-Fano).

Renzo Pincin

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 138 volte, 1 oggi)