MASSIGNANO – Martedì 2 maggio, presso l’Istituto scolastico “Cesare Murani” di Massignano, ha preso il via il progetto formativo “Impariamo l’arte effimera dell’infiorata”.

Tale progetto è nato nel 2015 presso l’Istituto scolastico Crivelli di Montefiore dell’Aso. Nel corso degli anni, attraverso lezioni pratiche e teoriche, l’usanza si è perfezionata tanto da coinvolgere varie discipline scolastiche, tra cui: arte, storia, italiano, musica e lingue straniere.

Quest’anno, grazie alla disponibilità della Dirigente Scolastica Prof.ssa Gaia Gentili, del corpo docente e dell’Amministrazione Comunale di Massignano, il progetto scolastico ha varcato i confini di Montefiore fino ad approdare a Massignano.

L’attività, svolta dalle artiste Nada Ciccarè e Franca Lamponi, aiutate da alcuni membri dell’Associazione Infiorata, è stata indirizzata verso alcune classi della scuola primaria e secondaria di I° grado di Massignano; essa è finalizzata all’insegnamento delle tecniche basilari dell’arte effimera, per arrivare alla realizzazione dei quadri per la prossima edizione dell’Infiorata del Corpus Domini di domenica 18 giugno.

In quell’occasione i ragazzi della scuola di Massignano collaboreranno con quelli della scuola di Montefiore dell’Aso per l’allestimento della terza edizione dell’infiorata dei ragazzi: una via dedicata esclusivamente ai ragazzi e ai loro genitori, che collaboreranno alla realizzazione dei tappeti.

Il progetto “Infiorata” è finalizzato a sviluppare, attraverso tecniche artistico-espressive, obiettivi di apprendimento disciplinari (storia delle arti e tradizioni locali, tecniche di disegno e creazione di manufatti artistici) e trasversali (competenze nel lavoro di team, competenze creative, competenze nella manualità, competenze di progettazione ed implementazione del lavoro di gruppo) per formare i Mastri Infioratori di domani!

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 145 volte, 1 oggi)