SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Manca davvero poco all’inizio dell’estate e per quanto riguarda gli eventi del cartellone a supporto della stagione turistica, si registra qualche giorno di ritardo rispetto al “crono-programma” che l’Amministrazione, in tal senso,  si era data.

A sottolineare la dinamica ci pensa il consigliere del Pd Tonino Capriotti, fresco di affermazione della mozione Renzi, che, anche a San Benedetto ieri si è imposta abbastanza nettamente. Il democratico infatti si rifà al Consiglio Comunale del 25 marzo scorso quando, su esplicita domanda, l’assessore al Turismo Pierluigi Tassotti promise che il cartellone estivo sarebbe stato pronto entro il 30 aprile, anzi, addirittura prima.

“Promesse da marinaio di un’Amministrazione imprecisa” le definisce oggi Capriotti che lamenta qualche problema anche su altri fronti: “Riguardo al tema della sicurezza e della movida molesta, del decoro urbano, della lotta all’abusivismo, e dei capannoni a nord del Ballarin il Sindaco ha spesso dichiarato di voler prendere il toro per le corna” chiosa Capriotti “Ma con molta amarezza devo constatare che dopo un anno siamo ancora al punto di partenza, non è cambiato nulla.”

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 283 volte, 1 oggi)