MARTINSICURO – Blitz delle Fiamme Gialle il primo maggio.

I militari del Nucleo Mobile della Compagnia di Giulianova, a Martinsicuro, durante i controlli disposti dal Comandante Provinciale di Teramo hanno sequestrato oltre 30 chili di “tabacco da masticare” e denunciato all’Autorità Giudiziaria tre cittadini pakistani.

I finanzieri, durante l’esecuzione dei controlli su strada, hanno notato un’autovettura che stava effettuando un’inversione di marcia.

E’ stata fermata e sottoposta a controllo: è stato rinvenuto e sequestrato il tabacco trasportato, contenuto in apposite confezioni.

Dalle indagini finora svolte il tabacco sequestrato (di origine indiana) sembrerebbe provenire dalla Grecia per la successiva commercializzazione illegale sul litorale Teramano.

L’art. 18 del D.Lgs. 12 gennaio 2016, n. 6, prevede il divieto “…di immissione nel mercato di tabacco per uso orale…”, con sanzioni amministrative in assenza di condotta penalmente rilevante.

E’ il primo caso, nella provincia di Teramo, di sequestro di “tabacco da masticare”.

Aromatizzato al cocco, alla noce di betel, alla crema di lime o avvolto in foglie a forma di cuore viene posizionato in bocca tra il labbro e la gengiva superiore e masticato fino a diventare una poltiglia arancione. L’uso prolungato del prodotto può provocare pericolosi ed elevati effetti negativi alla salute.

Proseguono le attività, a cura delle Fiamme Gialle teramane, finalizzate ad accertare la destinazione finale del prodotto e il coinvolgimento di ulteriori responsabili.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 538 volte, 1 oggi)