GROTTAMMARE – E’ giunto il primo maggio: in questa giornata dedicata alla “Festa dei Lavoratori” si svolgerà una consueta iniziativa a Grottammare.

In piazza Carducci sarà occasione di festeggiare anche il rinnovamento degli arredi: musica, cabaret, giochi per bambini e il ritorno della gara di torte fatte in casa sono i contenuti del programma di intrattenimento del primo maggio, varato in questi giorni dall’amministrazione comunale, con la collaborazione del circolo anziani “Fulgenzi”, della Consulta per le pari opportunità e dell’associazione Lido degli Aranci. A partire dalle ore 16, all’interno della cornice musicale a cura di Elio Giobbi e di vari intrattenimenti per bambini che potranno divertirsi con i giochi gonfiabili. Al termine, cabaret e risate in compagnia del noto comico  ‘Nduccio.

Alcuni giorni fa l’amministrazione comunale ha illustrato la realizzazione del nuovo impianto d’illuminazione pubblica (Led), le nuove panchine, gli interventi di potatura, la nuova piantagione di fiori e piante e la pulizia (che sarà completata nei prossimi giorni). CLICCA QUI

Tutto pronto, quindi, per la “nuova” piazza Carducci. Per i residenti sarà anche un momento di nostalgia. La “vecchia” piazza era, negli anni  ’90 e 2000, un vero e proprio centro di aggregazione giovanile, familiare e turistico.

La festa del Primo Maggio vedeva, addirittura, la chiusura al traffico di tutta la piazza e via Dante Alighieri. Dalla mattina fino alla tarda serata balli, enogastronomia e giochi di ogni genere per bambini e famiglie che partecipavano in massa.

Piazza Carducci, specialmente d’estate, si ravvivava di ragazzini ma anche turisti: oltre a divenire un campo di calcio invaso dai più giovani (prima della creazione dei “campetti dell’Orologio”), si trasformava in un centro polivalente. Musica, cultura, intrattenimento e sport.

Vari gli spettacoli musicali (specialmente nelle feste estive dell’allora comitato di quartiere Ischia II) e teatrali che puntualmente ogni anno “accendevano” la piazza richiamando tanti turisti che alloggiavano nelle case o alberghi dell’area. D’estate le serate regalavano la possibilità di vedere, tramite un proiettore, film all’aperto. E anche tutte le partite dei Mondiali ed Europei di calcio. Spazio anche alle passerelle di moda con l’elezione di Miss Ischia II.

Un gran lavoro compiuto dai residenti e all’epoca membri del comitato di quartiere Ischia II: Giorgio Allevi, Giuliano Vitaletti, Gino Pompei. Pasquale Greco, Gennaro Dimatola, Mariano D’Amico e Alessandro Candeloro giusto per fare qualche nome (N.d.r. mi scuso per aver dimenticato altre persone, tutte fondamentali in quegli anni per lo svolgimento di tali eventi).

Ragazzi di tutte le età s’incontravano in piazza Carducci e facevano amicizia. Talvolta nascevano anche amori. Era un centro di aggregazione notevole. Masse di giovani che si radunavano e passavano ore a chiacchierare e a socializzare.

Un’epoca in cui i Social Network non esistevano. Per conoscersi bisognava “per forza” parlare faccia a faccia. Attualmente la situazione è ben diversa. La società è cambiata e allo stesso tempo anche le abitudini dei giovani.

Auspichiamo che la festa del Primo Maggio 2017, e dei nuovi arredi, sia l’inizio di una nuova era e che riporti “fasti e glorie” all’intero quartiere Ischia II. Magari anche con la rinascita di un comitato di quartiere.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 908 volte, 1 oggi)