GROTTAMMARE – “Purtroppo oggi i giovani sono molto statici, non ridono più”. C’è da preoccuparsi se lo dice un professionista dell’umorismo come Daniele Falconi, il noto cabarettista fermano premiato anche a Cabaret Amoremio!. Ma il rimedio “casalingo” è già pronto. Ed è un vulcano di idee e di energia, Estella Maria Pia Vincenti, quando annuncia la seconda edizione del Grottammare Family Film & Web Series Festival, che quest’anno vedrà tra i protagonisti anche lui, nei panni dell’amato Nonno Filì.

La kermesse partita in sordina nel 2016 al Teatro delle Energie, quest’anno si rinnova e cambia location. Tornerà venerdì 19 e sabato 20 maggio per coinvolgere con tante iniziative persone di tutte le età negli spazi del Teatro e del Bistrot Kursaal. Una bella sfida far ridere in questo periodo a 1 km dal Ponte Tesino, ma la giovane direttrice artistica originaria di Gualdo Tadino sa che ci vuole e soprattutto sa come fare. Ormai a Grottammare è una di famiglia, talmente di famiglia che ha pensato di cucirle addosso un festival.

Il Grottammare Family Film & Web Series Festival pone il focus sulle relazioni sociali e mette le nuove generazioni a confronto con il cinema emergente: “L’anno scorso è andato in scena il ‘numero zero’ – ricorda il sindaco Enrico Piergallini – e prevedeva un concorso rivolto alle scuole per il miglior corto, attorno al quale abbiamo costruito una serie di iniziative per crearlo. L’interlocutore privilegiato era la famiglia in quanto il progetto proposto agli istituti verteva su speranze, bisogni e desideri dei giovani”.

“Il nostro obiettivo è quello di colmare il gap generazionale, unendo i giovani alle famiglie – conferma Estella Vincenti – Un importante messaggio che vogliamo lanciare è che entrino nel  mondo dell’arte divertendosi. Credo moltissimo in loro e volevo dargli visibilità: avevo il sogno di creare questo festival e l’ho proposto ad un sindaco che ha compreso il valore del progetto, così lo abbiamo portarto avanti” (REGOLAMENTO).

Venerdì 19 MAGGIO

Dalle 10 alle 13 si terrà la premiazione delle scuole e dei cortometraggi al Teatro Kursaal: “Saranno proiettati 18 spot e 3 videoclip realizzati dal Liceo Licini e 2 cortometraggi esterni“, anticipa la Vincenti.

Alle 14.30 in piazza sarà la volta del flash mob, curato da DanzArte Academy diretta da Cristina Orsini, che anticipa: “Gli allievi proporranno una coreografia ispirata al passato, con costumi anni ’50, e balleranno insieme a tutti quelli che vorranno partecipare”. “Un’americanata? – provoca la Vincenti – No, è solo un modo per coinvolgere i giovani, i genitori, le famiglie e farli divertire perché è un diritto di tutti”.

Dalle 15 alle 18.30, doppio e imperdibile appuntamento per i nuovi talenti. Infatti si svolgeranno al Bistrot Kursaal i casting per il nuovo cortometraggio diretto da Edoardo Velo e le selezioni per Il Cantagiro (dettagli per partecipare in fondo): “Edoardo è un attore a 360°, una persona umile, preparata e in grado di arrivare al cuore dei giovani – afferma la Vincenti – Di recente ha ottenuto un grande successo con la fiction Sorelle, premiata dal 26% di share. Stavolta dirigerà C’era una volta il Kursaal, un cortometraggio legato al territorio e dal sapore rétro. Anche la selezione per Il Cantagiro è una novità, possibile grazie alla collaborazione di Remo Francesconi: sarà scelto un cantante che accederà direttamente alla finale regionale della celebre gara canora” [la targa della tappa storica in città è all’inizio del ponte Tesino, ndr].

Dalle 20 si svolgerà presso il bistrot una cena-spettacolo (costo 25 euro), che sarà allietata dalla sfilata di moda della giovane stilista grottammarese Erica Marcelli.

Sabato 20 MAGGIO

Dalle 10.30 alle 13 si svolgerà un talk show in diretta streaming, curata dai Lamantino Brothers, su un tema-domanda che scotta: “Il mondo del web come influenza i giovani e la nostra società?”. I ragazzi di DanzArte si esibiranno poi a teatro con una coreografia sulla sigla del festival “Ciak, si gira!”.

Dalle 15.30 alle 18.30 si proseguirà con la proiezione gratuita dei cortometraggi.

La seconda edizione del festival è stata possibile grazie al sostegno di numerosi sponsor, tra cui: RomaCar Group, Bistrot Kursaal, DanzArte Academy, Sideralba, Birra Flea, Krea Hairstylist e Lamantino Brothers. Anche quest’anno il 10% del contributo raccolto sarà utilizzato per sostenere famiglie bisognose ed associazioni impegnate nel sociale: il Fondo di Solidarietà Cittadino, appena ideato dalla stessa Vincenti (500 + 500 euro), Smaisoli Onlus (300 euro, offerti dall’Assemblea Legislativa della Regione Marche) e Avanti Tutta Onlus (200 euro).

Non può che essere lodata un’iniziativa del genere, che al “deserto culturale” risponde con un festival innovativo e socialmente impegnato, dedicato ai ragazzi e alle famiglie. Ciò che sorprende – e sconvolge – è che sia stato snobbato proprio dalle scuole, le più dirette interlocutrici.

“Anche quest’anno abbiamo cercato di coinvolgerle, iniziando già a gennaio – si rammarica la Vincenti – ma non hanno risposto all’appello, a parte il Liceo Osvaldo Licini, perdendo l’occasione di sostenere un progetto pensato per i giovani ed in grado di offrire qualcosa di nuovo e divertente”.

E pensare che, se fosse stato per lei, la migliore avrebbe potuto essere onorata con un curioso riconoscimento aggiuntivo, che però non vedrà mai la luce per cause di “forza maggiore”.

“Un giorno sono andata dal sindaco perché mi era venuta un’idea – racconta Estella – ‘Enrico’, gli ho detto, ‘so che i premi in genere si danno solo dopo che uno muore, ma anche se sei vivo mi piacerebbe lo stesso introdurre un Premio Piergallini per il miglior cortometraggio delle scuole’. Nessun gesto scaramantico, però ha rifiutato”.

Tesi affascinante, ma difficile da sostenere senza un corto con effetto moviola. Magari fuori concorso.

Info e contatti
estella.vincenti@gmail.com – 333 39 57 807
Pagina fb Grottammare Family Film & Web Series Festival

COME PARTECIPARE
Presso il Bistrot Kursaal di Grottammare è possibile iscriversi ai casting.
Per il cortometraggio portare 2 foto e un brano a piacere.
Per il casting de “Il Cantagiro” portare la base e possibilmente testo a memoria. Possono partecipare tutti i candidati di qualsiasi nazionalità e che propongano qualsiasi genere musicale divisi nelle seguenti categorie:
– i nati fino al 31.12.2002: CANTAUTORI INTERPRETI LIRICO POP RAP FOLK BAND (per band si intendono i gruppi formati da più di 2 persone);
– i nati dal 01.01.2003 al 31.12.2006: JUNIOR
– i nati dal 01.01.2007 al 31.12.2011: BABY

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 409 volte, 1 oggi)