FERMO – Blitz delle Forze dell’Ordine nella serata del 21 aprile.

Personale del Commissariato di Fermo, unitamente a personale del Reparto Prevenzione Crimine di Pescara, ha effettuato un controllo del territorio nel territorio di Lido Tre Archi, Lido di Fermo e Porto Sant’Elpidio finalizzato al contrasto della prostituzione in strada ed in appartamento.

Nell’occasione è stato impiegato  l’Ufficio Mobile posizionato a Lido Tre Archi in supporto agli altri sei equipaggi impegnati nelle attività, dotato di attrezzature di Polizia Scientifica ed in grado di Funzionare come un vero e proprio “Commissariato”.

Nell’occasione sono stati notificati due provvedimenti di allontanamento nei confronti di altrettante giovani donne provenienti dalla Romania ed in precedenza identificate sulla Statale 16, in attesa di occasionali clienti, sono state scoperte altre tre appartamenti dove viene esercitata la prostituzione e tutti situati nel territorio di Porto Sant’Elpidio.

Le attività svolte all’interno dei tre appartamenti venivano pubblicizzate su siti Web anziché sui soliti opuscoli a ciò dedicati.

Le incessanti attività di censimento degli appartamenti ed identificazione delle occupanti fatte dal Commissariato di Polizia prevalentemente prendendo a spunto gli annunci pubblicizzati sui due opuscoli (in netta diminuzione)  hanno evidentemente costretto le inserzioniste a cambiare metodo ed a pubblicizzare le loro attività sul Web.

Inoltre, durante il servizio antiprostituzione, sono state rintracciate lungo la Statale 16 a Porto Sant’Elpidio circa 15 cittadine comunitarie, non in regola sul territorio nazionale che sono state accompagnate sul camper per essere fotosegnalate ed identificate.

Nei confronti delle donne verranno adottati i provvedimenti amministrativi del caso (allontanamento dal territorio nazionale).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 956 volte, 1 oggi)