SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non lascia, e quasi raddoppia. Tempo di bilanci ma anche di programmazioni per il teatro sambenedettese, dopo la stagione appena conclusa e pensando a quella che aprirà il prossimo autunno. Senza dimenticare possibili sorprese estive. Così l’assessore alla Cultura del Comune di San Benedetto Annalisa Ruggieri e il direttore dell’Amat Gilberto Santini hanno avuto modo di sintetizzare i risultati conseguiti e di accennare ad alcune anticipazioni.

“Siamo molto soddisfatti soprattutto per alcuni cambiamenti rispetto agli anni passati – ha spiegato l’assessore Ruggieri, ringraziando, oltre l’Amat, anche il Bim Tronto per l’aiuto concesso – Mi riferisco alla limitazione del numero degli abbonamenti a 250, cosa che ha consentito di far accedere al teatro anche altri fruitori, che venivano esclusi invece quando gli abbonamenti coprivano quasi interamente i posti disponibili. E inoltre l’idea di proporre delle repliche è stata apprezzata anch’essa”.

Due infatti gli spettacoli teatrali replicati, “Il borghese gentiluomo” di Emilio Solfrizzi e “La Locandiera” della locandiera Proxima Res: “La formula ha trovato il riscontro positivo degli spettatori. Il Concordia è un teatro di non grandi dimensioni e così riusciamo ad ampliare l’offerta ad un pubblico più vasto”.

“L’operazione è stata coraggiosa, ma il Concordia rischiava la saturazione e alla fine abbiamo riscontrato un successo da questa impostazione – aggiunge Santini – Complessivamente gli spettatori sono stati 4.233, con ottimo risultato anche per i titoli proposti per il “Teatro per le Scuole” (1.271 presenze), la “Scuola di Platea” per consentire anche agli studenti di fruire delle opere teatrali con, ad esempio, la preparazione di lezioni preparatorie al Liceo Leopardi, l’Itc Capriotti e il Liceo Scientifico.

“Al momento stiamo lavorando per la prossima stagione – continua Santini – Contiamo di riproporre almeno sette spettacoli, ci piacerebbe riuscire a proporre tre repliche anziché due, anche perché così potremmo pensare ad un mini-abbonamento per le tre repliche”.

Ma è già tempo di pensare alla stagione 2017-18: già fissata l’apertura con “L’ora di ricevimento”, una “commedia seria” come l’appella Santini, che vede in scena Fabrizio Bentivoglio con la regia di Michele Placido nel nuovo lavoro di Stefan0 Massimi, drammaturgo subentrato a Luca Ronconi nella direzione del Piccolo Teatro di Milano: appuntamento per il 14 e 15 ottobre. Secondo appuntamento “Venere in Pelliccia”, testo ricco di ironia e spunti di riflessione, diretto da Valter Malosti con protagonista Sabrina Impacciatore.

“Se riusciamo a chiudere potremmo proporre anche un appuntamento con il circo contemporaneo (senza animali, ndr) tra settembre e dicembre” afferma Santini. Potrebbero esserci anche appuntamenti teatrali, forse alla Palazzina Azzurra, anche nella prossima estate.

Infine, un rimando al cinema: sarà possibile rivederlo al Concordia? “Non posso garantirlo, ci sto lavorando ascoltando anche l’associazione Cineforum“; è una questione di soldi, servono circa 50 mila euro per un proiettore digitale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 159 volte, 1 oggi)