1° TROFEO RIVIERA OGGI

TORNEO DI CALCIO A 5 FRA I QUARTIERI DI SAN BENEDETTO

Regolamento

 

Art. 1. Modalità e costi di iscrizione.

Al momento dell’iscrizione, da effettuarsi entro il 1° aprile 2017 con l’apposito modulo che forniremo ai referenti di ogni squadra, ogni squadra verserà la quota di euro 300+Iva che dà diritto alla partecipazione alle partite del torneo e ai prodotti editoriali che verranno forniti da Riviera Oggi Srl.

Art. 2. Limitazioni alla partecipazione.

Non possono partecipare al “Trofeo Riviera Oggi” calciatori che nella stagione 2016-2017 risultino tesserati per squadre di Promozione, Eccellenza, Serie D, Lega Pro, Serie B o Serie A di calcio a 11. Sono ammesse al torneo tutte le persone che alla data del 01-04-2017 abbiano compiuto i 18 anni di età. Non ci sono limiti di anzianità.

Art. 3. Formazione delle rose

Ogni squadra rappresenta un quartiere di San Benedetto del Tronto, la suddivisione territoriale dei quartieri è fissata dalla delibera del Consiglio Comunale numero 25 del 21-03-2011.

a) All’iscrizione ogni squadra fornirà una lista di minimo 7 calciatori e massimo 12. Nessuna aggiunta o eliminazione dalla lista sarà ritenuta valida se interverrà dopo l’iscrizione.

b) Ogni rosa può comprendere un massimo di 3 (tre) calciatori residenti in un Comune diverso da San Benedetto del Tronto. Il resto dei componenti dovrà risiedere nel quartiere per cui decide di scendere in campo. La residenza di ogni calciatore è quella indicata nel documento di identità una cui copia fronte-retro sarà fornita al momento dell’iscrizione. Addendum: Visto lo spirito del torneo, tendente a coinvolgere tutti i quartieri sambenedettesi, sono ammessi a partecipare al torneo, in qualunque squadra anche i residenti dei quartieri che non partecipano al “Trofeo Riviera Oggi”. Schierare un calciatore non appartenente al quartiere, e al di fuori delle regole fissate da questo punto (b articolo 3) può comportare penalità comminate dall’organizzazione.

c) Ogni squadra deve indicare 1 allenatore e 1 dirigente referente. Le due cariche possono essere esterne oppure nominate all’interno della rosa e devono essere indicate al momento dell’iscrizione nell’apposito modulo allegato.

Art.4. Date, orari, luogo e formula del torneo.

a) Il torneo avrà inizio nella seconda metà di aprile 2017 e ogni gara verrà disputata al Centro Sportivo “Eleonora” di via Ticino a San benedetto del Tronto (Porto d’Ascoli). Il torneo si compone di una fase a gironi e di una successiva fase a eliminazione diretta fino alla finale per decretare il quartiere vincitore. Ogni gara sarà di sola andata.

b) Nella fase a gironi per ogni vittoria saranno assegnati 3 punti, 1 punto per il pareggio, 0 per la sconfitta.

c) La composizione di ogni girone sarà decisa da un sorteggio. Gli abbinamenti nella fase a eliminazione diretta terranno conto del piazzamento nel girone e saranno anch’essi decisi da un sorteggio.

d) Per stabilire la prevalenza in classifica nel girone in caso di arrivo a pari punti verranno utilizzati, in ordine, i seguenti criteri: 1) Prevalenza nello scontro diretto, 2) Differenza reti, 3) Numero di gol segnati, 4) Sorteggio.

e) Le partite si giocheranno il mercoledì indicativamente dalle ore 20 alle ore 23, il sabato dalle ore 16 alle ore 20 e la domenica dalle ore 11 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 20.

f) Le date e orari delle partite, i sorteggi e ogni variazione verranno comunicati sul giornale online rivieraoggi.it

 

 

Art.5. Accesso al campo di gioco.

Possono accedere al campo di gioco tutti i calciatori presenti in rosa al momento dell’iscrizione, il dirigente referente e l’allenatore. Ogni persona che entra in campo deve essere munita di documento di riconoscimento. I componenti della squadra che restano fuori da rettangolo di gioco indosseranno pettorine che li distinguano dai calciatori in campo.

Art.6. Scarpe e pallone da gioco.

Non sono ammessi in campo calciatori che indossino scarpini da calcio a 11. Le partite si disputeranno utilizzando un pallone di misura 4 a rimbalzo controllato.

Art. 7. Presentazione liste gara.

Le squadre partecipanti, dovranno presentare all’arbitro (o all’organizzatore) presente al campo, 15 minuti prima dell’inizio delle gare la distinta dei giocatori, corredata dai documenti di riconoscimento. Il calciatore sprovvisto della documentazione non potrà prendere parte alla gara. Nel caso uno o più giocatori ritardassero, potranno essere inseriti nella lista gara ma il loro utilizzo potrà essere effettuato solo dopo il riconoscimento da parte del direttore di gara o dell’organizzatore presente.

Art. 8. Ritardi e mancata presentazione.

a) Il tempo di attesa massimo di una squadra per l’inizio di una gara è stabilito nella misura massima di 20 minuti rispetto all’orario comunicato per il calcio d’inizio. Trascorsi i 20 minuti, se la squadra non sarà in grado di iniziare schierando almeno 3 giocatori, verrà applicata alla squadra ritardataria, la punizione sportiva della sconfitta “a tavolino” per 0-5.

b) La squadra che rinuncia alla disputa di una gara con meno di 48 ore di anticipo (da comunicare all’organizzazione) o senza preavviso non si presenta alla gara subisce la sconfitta a tavolino per 0-5.

ADDENDUM Quando una formazione chiede lo spostamento della gara in programma secondo il comma b) dell’articolo 8 del Regolamento, l’organizzazione si riserva di contattare la squadra sfidante e solo in caso di accettazione senza riserve si procederà alla verifica della possibilità di spostamento. Il tutto è vincolato dalla possibilità di avere delle date e degli orari liberi prima dell’inizio del turno successivo

c) Nell’eventualità in cui una squadra decida, per qualsivoglia motivo, di abbandonare il campo anzitempo durante una gara subirà la sconfitta a tavolino per 0-5.

 

.

 

Art. 9. Durata delle partite.

a) Ogni partita dura 50 minuti suddivisi in due tempi da 25 minuti ciascuno con un intervallo di 5 minuti fra il primo e il secondo tempo. Ogni squadra può usufruire di un time-out di gioco a partita della durata di un minuto che l’allenatore o il capitano di ogni squadra chiamerà al direttore di gara.

b) Nelle partite ad eliminazione diretta, in caso di parità al termine dei 50 minuti regolamentari, si procederà a un tempo supplementare della durata di 10 minuti senza interruzioni o time- out. Se la parità dovesse permanere anche dopo il tempo supplementare si procederà ai calci di rigore (5 rigori per squadra. Al permanere della parità dopo i 10 rigori si va ad “oltranza”).

Art. 10.Arbitri.

Ogni partita sarà diretta da un arbitro. In caso di assenza dell’arbitro, la partita, col consenso di entrambe le squadre, potrà essere diretta da un membro dell’organizzazione.

Art.11. Pubblicazione risultati e classifiche.

I risultati e le classifiche relativi al Trofeo Riviera Oggi, compresa la classifica marcatori e tutte le statistiche sui giocatori saranno pubblicati su ww.rivieraoggi.it e sui prodotti editoriali collegati.

Art. 12. Regole di gioco e sanzioni.

Le regole sono inspirate in gran parte al regolamento ufficiale federale, con alcune modifiche.

a) NUMERO DEI GIOCATORI La squadra in campo sarà formata da 5 giocatori, uno dei quali nel ruolo di portiere. I giocatori di riserva consentiti sono al massimo 7. Un giocatore non può disputare partite del torneo con squadre diverse.

b) SOSTITUZIONI VOLANTI Le sostituzioni volanti, cioè quando il pallone è in gioco, sono consentite in numero illimitato. L’unica sostituzione che non si può fare volante è quella del portiere che può essere sostituito solo a gioco fermo, informando l’arbitro. Il giocatore che esce può farlo in qualunque zona del campo mentre l’accesso avviene nella zona di centrocampo.

c) REGOLA DEI 4 SECONDI In occasione della ripresa del gioco da fondo campo, fallo laterale, calcio d’angolo e punizione, la squadra designata alla battuta deve farlo entro 4 secondi, pena inversione della ripresa del gioco o calcio di punizione nel caso in cui sia il portiere a tardare il rinvio. Il conteggio dei 4 secondi, partirà dal fischio dell’arbitro.

d) RIMESSA LATERALE E CALCIO D’ANGOLO La palla deve essere giocata con i piedi e deve essere posizionata, per la battuta, non in movimento e pienamente sulla riga, con entrambi i piedi fuori dal campo. In caso contrario l’arbitro decreta l’inversione, nel caso di fallo laterale, e nel caso di calcio d’angolo, la rimessa dal fondo per la squadra avversaria

e) SANZIONI DISCIPLINARI

ESPULSIONE: L’espulsione è definitiva per il giocatore che la subisce, che quindi non può più rientrare lasciando la sua squadra in inferiorità numerica.

ADDENDUM ESPULSIONE TEMPORANEA In caso di bestemmia l’arbitro espellerà temporaneamente il calciatore reo per tre (3) minuti. Solo al termine del decorso del tempo il calciatore o un suo sostituto potrà rientrare in campo.

AMMONIZIONI: Il giocatore che accumulerà due ammonizioni sarà automaticamente squalificato per un turno. Nelle fasi finali le ammonizioni saranno azzerate e la squalifica scatterà dopo due cartellini gialli. Il giocatore espulso per doppia ammonizione o espulso direttamente sarà squalificato per una o più giornate (in base al referto arbitrale e organizzativo).

SCIVOLATE E CONTATTI: La scivolata per contendere il pallone non è ammessa, si può scivolare solo nell’ipotesi di tentativo di recuperare il pallone. Ogni tipo di contatto fisico (come lo “spalla a spalla”) sarà giudicato come contatto falloso dal direttore di gara.

Il giocatore o la squadra che si renderà protagonista di episodi violenti sarà radiato/a dal torneo. Tali episodi comporteranno, in ogni caso, la sospensione della partita e la perdita a tavolino 0-5 e/o la penalizzazione di punti in classifica o altra sanzione sportiva, di una o entrambe le squadre ritenute responsabili, secondo il referto arbitrale. I giocatori sono tenuti ad avere un comportamento sportivo e civile.

f) TIME OUT. Ogni squadra, tramite il proprio allenatore o il proprio capitano, può chiederne uno a partita. La durata del time-out sarà di un minuto. Durante il time out i giocatori devono restare in campo e l’allenatore fuori. I minuti di time out saranno recuperati.

g) IL PORTIERE

– Deve rimettere in gioco la palla dal fondo con le mani entro 4 secondi;

– Non può toccare e controllare la palla con le mani passatagli volontariamente da un compagno.

– Non può comunque giocare con la palla per più di 4 secondi nella sua metà campo. (Può però giocare la palla nella metà campo avversaria a patto che impieghi meno di 4 secondi a superare il cerchio di centrocampo).

 

h) FALLI CUMULATIVI E TIRI LIBERI

Per ogni tempo al sesto fallo diretto (es.: è un fallo diretto la scivolata a contendere il pallone all’avversario, non lo è un’infrazione dei “4 secondi”) per squadra scatta il tiro libero. Questo tiro viene battuto a discrezione della squadra che ne beneficia o dalla posizione dove è avvenuta l’irregolarità o da un dischetto posto centralmente a 7 metri dalla linea di porta senza nessuna barriera.

Gli altri giocatori, compagni ed avversari devono stare ad almeno 5 metri dalla posizione del pallone e dietro la linea del pallone stesso. Il tiro libero può essere eseguito solo dopo il fischio dell’arbitro. Il portiere al momento del tiro libero (a differenza del calcio di rigore in cui deve rimanere sulla linea di porta) può avanzare al massimo fino a due metri dalla linea di porta.

g) Ogni altra valutazione delle dinamiche di gioco è rimessa alla discrezionalità dell’arbitro.

ADDENDUM

 

Art. 13. Reclami e Comunicazioni.

a)Nell’eventualità di un reclamo ufficiale avverso l’esito di una gara, dovranno essere comunicate alla direzione del torneo entro le ore 16:00 del giorno successivo, adducendo all’indirizzo di posta elettronica info@rivieraoggi.it le motivazioni scritte in merito. Il giudizio inappellabile dell’organizzazione sarà comunicato entro 48 ore dalla ricezione del reclamo.

b) A prescindere dalle condizioni atmosferiche, le squadre sono tenute a presentarsi al campo entro l’orario di gioco prefissato, salvo controindicazioni dell’organizzazione.

c) Allo stesso indirizzo di posta elettronica dovrà essere comunicata l’intenzione di spostare una partita, comunicazione che dovrà avvenire entro e non oltre le 48 ore dal calcio di inizio, pena la sconfitta a tavolino 0-5

ADDENDUM Quando una formazione chiede lo spostamento della gara in programma secondo il comma c) dell’articolo 13 del Regolamento, l’organizzazione si riserva di contattare la squadra sfidante e solo in caso di accettazione senza riserve si procederà alla verifica della possibilità di spostamento. Il tutto è vincolato dalla possibilità di avere delle date e degli orari liberi prima dell’inizio del turno successivo.

 

 

Art. 14. Modifiche al Regolamento.

L’organizzazione si riserva il diritto di apportare, in qualsiasi momento, tutte le modifiche e/o le integrazioni al presente Regolamento che si renderanno di volta in volta necessarie, comunque nel rispetto dei principi di correttezza che contraddistinguono il Trofeo Riviera Oggi. Di tutte le eventuali modifiche verrà data notizia su www.rivieraoggi.it.

 

 

 

Riviera Oggi S.r.l.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 193 volte, 1 oggi)