ACQUAVIVA PICENA – Verso le elezioni, si alza (relativamente) la temperatura della politica acquavivana. Il sindaco Pierpaolo Rosetti affida ad un post su Facebook una sua dichiarazione di risposta ad alcune critiche ricevute di recente.

“La critica è libera e va accetta, ma così come amministrare richiede responsabilità, anche criticare necessità di serietà. La campagna di informazione su quanto fatto dall’amministrazione in questi cinque anni, non è pagata con i soldi dei contribuenti, ma direttamente e personalmente da me.

Non essere in accordo sulle scelte dell’amministrazione è una cosa, dire cose false e ledere la reputazione delle persone è ben altra cosa. Questo accade quando si guardano e si valutano le persone con il pregiudizio, senza nemmeno soffermarsi a riflettere su quanto si scrive e sulle conseguenze di cosa si scrive.

Abbiamo sempre cercato il confronto e ascoltato le proposte così come ci siamo assunti la responsabilità di arrivare a prendere decisioni. Certo offendere è più facile e direi anche di moda, sicuramente le cose non si cambiano così. Andiamo avanti per una Acquaviva più forte”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 553 volte, 1 oggi)