CORROPOLI – Un boato nella notte squarcia il silenzio della tranquilla cittadina di Corropoli.

E’ entrato in azione, nella notte tra venerdì e sabato, il gruppo di malviventi che ha assaltato con dell’esplosivo, in via Parini a Corropoli, lo sportello bancomat della Banca Popolare di Bari (ex banca Tercas).

I banditi hanno prima piazzato una carica esplosiva all’interno dello sportello Atm (la cosiddetta tecnica della marmotta) facendolo saltare in aria, poi, in pochi minuti, sono riusciti ad arraffare tutto il contante presente e a darsi alla fuga.

Sul posto si sono portati immediatamente i carabinieri della locale stazione e una pattuglia di vigilantes, ma il commando aveva già fatto perdere le proprie tracce.

Non è la prima volta che nella provincia di Teramo si registrano colpi di questo tipo e, in tutti i casi registrati, sono stati presi di mira sempre gli sportelli della ex Tercas, ora Banca Popolare di Bari. Elementi che lasciano pensare che, dietro a questa serie di furti, ci siano dei veri e propri professionisti che sono a conoscenza di alcune criticità di questi sportelli.

Mentre gli addetti dell’istituto di credito stanno ancora quantificando il bottino (la banca è fortunatamente assicurata) è stata aperta un’indagine alla quale hanno preso parte, oltre ai carabinieri di Corropoli, anche il nucleo investigativo del comando provinciale di Teramo e il radiomobile di Alba Adriatica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 364 volte, 1 oggi)