Di Alessandro Maria Bollettini

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Per la prima volta la città di San Benedetto ed il Circolo Tennis Maggioni ospitano le pre-qualificazioni agli Internazionali d’Italia, una delle rassegne tennistiche più importanti al mondo. In tutta la penisola le tappe di pre-qualificazione sono ben 40, e la tappa di San Benedetto è una delle ultime in ordine di tempo. Il montepremi è molto sostanzioso, medio dei tornei ITF Futures, categoria base del professionismo tennistico.

Si sono già svolte le fasi eliminatorie con giocatori di quarta categoria, ora sarà il turno della terza e successivamente della seconda. A rappresentare la seconda categoria saranno addirittura 80 atleti, che garantiranno un livello tennistico decisamente competitivo. Tra gli iscritti figurano poi 90 giocatori di terza fascia e ben 100 di quarta, per un totale di quasi 300 giocatori. Ieri è gia cominciato il tabellone di terza, che andrà avanti fino a domenica prossima.

“Questa rassegna rappresenta un antipasto rispetto all’appuntamento clou del Maggioni e dell’estate sportiva sambenedettese, il Challenger Città di San Benedetto, che si terrà dal 16 al 23 luglio” dice Afro Zoboletti, presidente dello storico circolo tennistico.  

La novità rispetto alle passate edizioni è nell’aumento del montepremi, che da 50 mila dollari è passato a 75 mila dollari. Più il montepremi è elevato più è probabile che il livello del torneo si alzi, attirando giocatori più famosi e più in alto nel ranking mondiale.

“Inoltre sembrerebbe che l’ATP voglia avere dal 2019 in poi meno tornei Challengers, che abbiano tutti come minimo quel prize money” dice Zoboletti.

Adeguarsi sin da subito alle nuove esigenze dell’ATP è fondamentale per rimanere nel circuito dei Challengers, che hanno portato San Benedetto ad essere nel novero dei più importanti premi tennistici italiani.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 896 volte, 1 oggi)