GOTTAMMARE .- Nei giorni scorsi, la giunta comunale ha approvato lo schema di rendiconto di gestione che sarà sottoposto al consiglio comunale per l’approvazione entro la fine del mese: Grottammare sarà uno dei pochi Comuni a rispettare la scadenza di legge.

La gestione finanziaria dell’ente si chiude con un avanzo di parte corrente di circa 615 mila euro. La ripartizione proposta dalla giunta comunale di tale somma è la seguente:

35 mila euro serviranno a ripianare il disavanzo generato dal passaggio ai nuovi principi di contabilità pubblica entrati in vigore nel 2015 e che dovrà essere ammortizzato con un piano trentennale di rientro attraverso miglioramenti annuali;

523 mila euro dovranno essere accantonati a garanzia dei crediti di dubbia esigibilità;

33 mila euro confluiranno nell’avanzo vincolato per spese correnti (si tratta di finanziamenti incassati ma non ancora spesi);

24 mila euro sono destinati al fondo rischi ed oneri futuri, cioè spese che potranno verificarsi in furo (esempio: rinnovi contrattuali).

Per quanto riguarda la gestione dal punto di vista degli investimenti, il 2016 si è chiuso con un avanzo di circa 350 mila euro da utilizzare nell’anno in corso e negli anni futuri.

“Uno dei pochi Comuni che riesce a rispettare la scadenza di legge del 30 aprile – fa notare il sindaco Enrico Piergallini – Dall’approvazione del rendiconto, avremo a disposizione un po’ di risorse subito disponibili per programmare nuovi investimenti: priorità saranno la cura del patrimonio e la sicurezza stradale”.

(Letto 162 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 162 volte, 1 oggi)