TERAMO – L’Anas, soggetto attuatore dai provvedimenti post sisma per il ripristino della viabilità nei territori del Centro Italia, sulla base della ricognizione compiuta di concerto con gli enti interessati, la Regione e con la Dicomac, ha destinato alla Provincia di Teramo circa 12 milioni e 500 mila euro per interventi sulle strade di competenza.

Si tratta di un primo finanziamento specificatamente legato ai danni sisma mentre è in via di definizione il piano di interventi per i danni causati dalle calamità naturali e dai dissesti che si sono verificati da gennaio in poi.

La Provincia, possedendo i requisiti tecnici e avendone fatto richiesta, è stata delegata quale soggetto gestore e, quindi,  curerà gli aspetti amministrativi e tecnici delle opere: “con tutti i poteri in deroga previsti dai provvedimenti sulla gestione della ricostruzione con l’obiettivo di accelerarne la realizzazione ” spiega il consigliere provinciale alla viabilità, Mauro Scarpantonio che aggiunge: “con la Dicomac e con Anas, sui tavoli di concertazione, è stato definito anche il  cronoprogramma : si tratta di interventi importanti con lavori di messa in sicurezza, regimentazione delle acque, palificate e consolidamenti. Siamo già al lavoro sulle progettazioni, i tempi sono contingentati, nella maggioranza dei casi gli interventi devono concludersi fra la fine del 2017 e gennaio del 2018″.

Questi gli interventi finanziati:

  • provinciale 39 Isola del Gran Sasso Fano consolidamento corpo stradale con 739.750 euro
  • provinciale 14 Civitella del Tronto, ponte di Villa Passo con 73.975 euro
  • provinciale 262 Campli, lavori di ripristino  del ponte con 295.900 euro
  • provinciale 37 Castelli, stabilizzazione di versante località Streppino con 858.110 euro
  • provinciale 43/a Pietracamela, lavori ponte di Intermesoli con 887.700 euro
  • provinciale 45/a Crognaleto, lavori sul ponte di Aprati con 1.647.000 euro
  • provinciale 45/a Crognaleto messa in sicurezza corpo stradale con 589.000 euro
  • provinciale 45/e Crognaleto messa in sicurezza tratto Cesacastina con 686.000 euro
  • provinciale 63 Isola del Gran Sasso messa in sicurezza tratto Cerchiara con 665.775 euro
  • provinciale 8 Civitella del T. ripristino corpo stradale e protezione caduta massi con 739.750 euro (in questo caso è previsto un secondo intervento di pari importo che dovrebbe essere finanziato con il terzo stralcio del Piano Anas)
  • provinciale 49 Valle Castellana lavori sul ponte del Castellano con 532.620 euro
  • provinciale 49   “           “             lavori sul ponte Cesano con 295.900 euro
  • provinciale 49    “”     “”              Pascellata, stabilizzazione versante con 517.825
  • provinciale 26/a frazione SODERE a nel territorio di Canzano con 1 milione e 65 mila euro di finanziamento
  • provinciale 34 e 34/a in un lungo tratto che attraversa i comuni di Castiglione Messer Raimondo, Bisenti, Arsita e Montefino: in questo caso il finanziamento ammonta a oltre 3 milioni di euro

Per ripristinare la viabilità e le connessioni per il centro Italia colpito dal sisma sono stati presi in considerazione sia gli interventi urgenti, sia gli assi prioritari di collegamento: quindi dagli interventi minimi essenziali alla messa in sicurezza della rete stradale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 60 volte, 1 oggi)