SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Leggi tutte le interviste al termine di Samb-Lumezzane. I tesserati rossoblu, mister Sanderra compreso, non parlano per decisione dell’Ad Andrea Fedeli. Il solo a presentarsi in sala stampa è il patron.

Franco Fedeli: “Pareggio molto deludente, non so che ci sta succedendo. Spero che finisca al più presto questo campionato. Oggi Sabatino si è mangiato tre palle gol, degli orrori secondo me. Abbiamo raccapezzato un risultato alla fine che sembra coprire le magagne che però rimangono. Davanti siamo davvero poca cosa, abbiamo giocatori che non difendono la palla e che non saltano mai l’uomo. Contesto le scelte degli attaccanti? Io non voglio contestare nessuno, sono evidenti e sotto gli occhi di tutti le prestazioni scadenti dei nostri attaccanti. Gli obiettivi adesso? Continuiamo a parlare di sesto posto ma la vedo dura, già da lunedì ci mancheranno forse tre giocatori fra Mori che si è rotto un dito, Mancuso che ha dei problemi muscolari e Bacinovic che sarà squalificato. I mugugni del pubblico? Loro pagano e ci sta, forse hanno un po’ esagerato a iniziare a fischiare e lamentarsi già da subito”. Il presidente poi parla di Di Massimo, a lungo contestato dai tifosi: “Non lo condivido, finché è un calciatore della Samb va supportato. Se il tifo ti viene contro è molto difficile, non dico che va applaudito ma ricordiamoci che è solo un ragazzo. La storia di Di Massimo, diciamocela tutta, nasce dal contrasto che avevo con Palladini perché gli contestavo che non lo faceva mai giocare”.

Mauro Bertoni (mister del Lumezzane): “Ovunque siamo andati abbiamo venduto cara la pelle, questo deve essere lo spirito da qui alla fine. Se vogliamo salvarci è questo lo spirito che dobbiamo avere. Potevamo fare il 2 a 0 nella ripresa con quel colpo di testa ravvicinato di Lella e queste occasioni vanno sfruttate altrimenti poi succede che una squadra come la Samb ti travolge con la sua forza d’urto e infatti hanno trovato il pari. D’altronde noi e loro non siamo paragonabili per budget e obiettivi.”

Massimiliano Tagliani: “Avremo molti scontri diretti da qui alla fine, saranno delle guerre e noi ci dovremo far trovare pronti. Il gol di Sorrentino? Il mister ci ha rimproverato perché a 5 minuti dalla fine non possiamo permettere a Sorrentino di stoppare e calciare in area. Purtroppo tutto nasce dal fatto che ci siamo schiacciati troppo nel secondo tempo, permettendo alla Samb di giocare costantemente nella nostra metà campo. Se consenti questo poi ci può stare che loro, coi giocatori che hanno, trovino il pareggio”.

Vito Leonetti: “E’ stato un bel gol, ho visto Bonomo crossare e ho tagliato sul primo palo colpendo di testa e cercando di indirizzare sul secondo, è uscito un bel gol alla fine. La partita? Abbiamo portato a casa un pareggio importante con noi perché la Samb si è prodotta in un bello sforzo per pareggiare. Ce la stiamo mettendo tutta, speriamo di farcela perché mancano ancora 5 partite, tutte fondamentali per una squadra nella nostra situazione. Sono comunque convinto che possiamo uscire fuori da questaclassifica, siamo una squadra che dà tutto nonostante le difficoltà incontrate in questa stagione”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.647 volte, 1 oggi)