SAN BENEDETTO DEL TRONTO – A “Palazzo Vannicola” di Porto d’Ascoli si sono svolti tre importanti appuntamenti nel campo del lavoro, della formazione e dell’orientamento professionale. Il primo incontro ha riguardato la presentazione delle principali offerte dello sportello “Eures Marche” per la mobilità lavorativa all’estero che ha visto la presenza di numerosi giovani interessati a vivere un’esperienza in uno degli Stati membri della UE.

Illustrati anche altri due progetti: “Reactivate” e “Your First Eures Job” finalizzati alla ricerca attiva di un’occupazione e alla conoscenza della lingua del paese ospitante. Eures fornisce i propri servizi anche attraverso il portale e una rete di circa 1000 consulenti in contatto giornaliero con le persone in cerca di un impiego e i datori di lavoro di tutta Europa.

Sempre in chiave internazionale si è svolta una fase della selezione promossa da Provincia di Ascoli Piceno e società “EuroCentro” per individuare gli studenti che parteciperanno al progetto “Erasmus+ for circular economy”. I ragazzi hanno effettuato colloqui motivazionali e conoscitivi, oltre che prove in lingua straniera. Tra il 2015 e il 2018 oltre 350 studenti delle ultime classi di vari istituti superiori del territorio hanno avuto o avranno l’opportunità di svolgere un tirocinio formativo di 3 settimane in 8 paesi dell’Unione Europea.

Infine, si è tenuto un seminario orientativo, rivolto a percettori di ammortizzatori sociali, incentrato su come compilare correttamente un curriculum vitae o affrontare un colloquio di lavoro: un’iniziativa curata dal Centro per l’Impiego con il supporto tecnico di Anpal Servizi e rientrante nelle disposizioni del Decreto 150 del 2015.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 157 volte, 1 oggi)