SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ha fatto tappa all’ISC Sud di San Benedetto del Tronto la campagna “Waste Travel 360°”, il primo progetto di realtà virtuale nell’economia circolare. Rifiuti considerati non più come scarti, ma come futura materia prima seconda dagli infiniti usi e di grande valore.

Ideato da Ancitel Energia&Ambiente con il supporto tecnico della start up PEARLEYE HD Virtual Tour, patrocinato da ANCI e Ministero dell’Ambiente, l’innovativo strumento didattico è entrato nelle scuole attraverso una campagna itinerante che nell’arco di 9 mesi coinvolgerà più di 10.000 studenti in 40 Comuni italiani.

Nella scuola “Cappella” i ragazzi di tre prime classi delle medie dei tre ISC cittadini hanno potuto sperimentare uno questo strumento composto da immagini a 360°, navigabili intuitivamente da tutti i dispositivi, che permette ai fruitori di compiere una visita immersiva e interattiva nel mondo dei rifiuti, grazie alla resa grafica e alla qualità delle immagini HD. Il Waste Travel 360° permette di interagire direttamente con i materiali, dall’alluminio alla carta, dalle pile all’organico, dai RAEE agli pneumatici, quasi come in un impianto di selezione e valorizzazione reale.

Con il dirigente scolastico prof. Ado Evangelisti, ha portato il saluto della Città l’assessore all’ambiente Andrea Traini: “E’ stata una importante occasione – dice l’assessore – per conoscere meglio la cosiddetta economia circolare, un modello di sviluppo secondo cui il rifiuto potrà considerarsi una risorsa, coerente con l’azione che stiamo conducendo volta ad attivare processi virtuosi in materia di gestione dei rifiuti urbani attraverso l’adozione di politiche mirate alla riduzione, al riuso, al riciclo ed al recupero. Ma tutto ciò – prosegue Traini – non può prescindere dal coinvolgimento diretto dei più giovani attraverso percorsi didattici ed educativi, e questa giornata ne è uno degli esempi più significativi”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 84 volte, 1 oggi)