TERAMO – Tragedia il 2 aprile. Un uomo di 66 anni, muratore in pensione, è morto annegando in una cisterna di acqua da irrigazione nelle campagne di Isola del Gran Sasso, nella frazione di Collalto.

A trovare il corpo senza vita sono stati la moglie e alcuni parenti che non lo avevano visto tornare per pranzo.

Secondo una prima ricostruzione riportata dall’Ansa, l’uomo si era recato in un podere di proprietà dove, nel rimessaggio di una casa colonica, c’è il serbatoio.

Probabilmente ha tentato di recuperare un attrezzo edile caduto nella cisterna, ma ha perso l’equilibrio e non è riuscito a tornare su. Sul posto sono intervenuti personale del 118, Vigili del Fuoco e carabinieri della locale stazione che hanno aperto un fascicolo. Il magistrato ha concesso il nulla osta per i funerali.

(Letto 1.945 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.945 volte, 1 oggi)