L’AQUILA – “Dona a chi ami ali per volare, radici per tornare e motivi per rimanere”: con questa frase del Dalai Lama il Comune dell’Aquila vuole commemorare l’ottavo anniversario del sisma che nel 2009 devastò la città provocando 309 morti.

La fiaccolata commemorativa, a cura dei Comitati dei famigliari delle vittime, partirà il 5 aprile alle 22.30 da via XX settembre (bivio della Stazione). Dopo una sosta alla Casa dello Studente attraverserà Corso Federico II per arrivare in piazza Duomo dove saranno letti i 309 nomi. Seguirà la messa celebrata da monsignor Petrocchi, Arcivescovo Metropolita dell’Aquila, e la veglia di preghiera aspettando le 3:32 del 6 aprile, scandite dai rintocchi della campana del Suffragio.

Le fiaccole saranno distribuite alla partenza dai volontari della Protezione Civile. L’Ama metterà a disposizione bus navetta gratuiti per il deflusso del corteo. Le navette partiranno dal terminal di Collemaggio raggiungibile da piazza Duomo attraverso il tunnel che rimarrà aperto.

(Letto 178 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 178 volte, 1 oggi)