OSIMO – Il 13 gennaio i carabinieri di della Compagnia di Osimo al comando del Capitano Raffaele Conforti ed il Nucleo Operativo Radiomobile diretto dal Luogotenente Luciano Almiento avevano sgominato una banda criminale proveniente dal Foggiano che era “specializzata” nei furti a danni di aziende produttrici di stufe a pellet, pesce, pannelli fotovoltaici , rame e abbigliamento delle province di Ascoli, Fermo, Macerata e Ancona. CLICCA QUI

Furono fermate otto persone, responsabili anche dei furti a Ripatransone e Castignano (ditte produttrici di stufe a pellet).

A fine febbraio è stato arrestato un nono membro della banda. L’operazione fu rinominata “Gargano” a causa della provenienza dei criminali.

Il 30 marzo è stato appurato che la refurtiva veniva smerciata nel Foggiano e il Gip del Tribunale di Ancona ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare per sei persone, mentre per altre quattro sono stati disposti gli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.

Associazione a delinquere, furto aggravato continuato in concorso, rapina e riciclaggio i reati contestati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 397 volte, 1 oggi)