SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Con la Reggiana abbiamo espresso davvero un bel gioco, si è visto uno spirito di vittoria e la curva se ne è accorta e ci è venuta dietro con un tifo fantastico”. Le parole di Marco Pezzotti alla stampa fanno capire abbastanza bene che tipo di atmosfera si dev’essere respirata in casa Samb in questa settimana, la vittoria e il ritrovato bel gioco contro la Reggiana, d’altronde, hanno rappresentato un’iniezione di adrenalina per tutti i tifosi, figuriamoci per chi l’ha vissuta in prima persona, in campo.

Assieme alla vittoria di squadra, contro gli emiliani, per il capitano è arrivata anche una prestazione personale incoraggiante, i perché prova a spiegarli lo stesso Pezzotti: “E’ stata la mia settima partita consecutiva, sento che c’è la fiducia del mister e in questi casi tende a crescere anche la fiducia personale nei propri mezzi. Ho sempre detto che questo ruolo (il terzino n.d.r.) non  lo facevo da anni e quindi mi è servito un po’ di tempo per abituarmi”. Chissà poi se le parole pronunciate in settimana da Andrea Fedeli (“da Pezzotti mi aspetto un segnale importante entro il finale di stagione” n.d.r.) sono state un pungolo ulteriore per la prestazione dell’esterno contro gli emiliani: “Le parole di Andrea sono state uno stimolo in più, certo, ma forse avrei fatto la stessa partita anche senza stimoli esterni. Comunque Fedeli ha ragione, sta a me guadagnarmi la riconferma per la prossima stagione anche perché a San Benedetto sia io che la mia famiglia ci troviamo davvero bene”.

Parlare però del futuro potrebbe essere avventato quando c’è ancora un importante finale di stagione da correre, e la tappa più imminente si chiama Teramo. “Sappiamo che sarà una gara difficile perché incontriamo una squadra con l’acqua alla gola e spinta da una tifoseria che ci tiene a questo derby. Ma anche i nostri tifosi ci tengono” chiosa il capitano rossoblu “e noi giocatori d’altronde vogliamo provare ad agganciare il quinto posto che sarebbe un risultato eccezionale per una squadra come la nostra, che non è partita con grandi ambizioni di gloria”.

I prodromi per una bella partita anche al “Bonolis” di Teramo ci sono tutti per quello che potrebbe essere il quinto risultato utile di fila, un filotto nato dopo il ritiro di Roccaporena. “Magari non diciamolo a voce troppo alta perché poi a ogni sconfitta ci tocca tornare a Roccaporena” scherza Pezzotti “ma in ogni caso devo riconoscere che quel periodo in Umbria ci è stato utile per ritrovare la fame di risultato che magari avevamo un po’ perso fra gennaio e febbraio”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 350 volte, 1 oggi)