SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Famiglia di “falsari” scoperta nel pomeriggio del 29 marzo. I carabinieri del Nucleo Operativo di San Benedetto hanno avuto notizia di un’auto (con a bordo marito, moglie e figlio di 9 anni originari del Napoletano ma residenti a Martinsicuro) che rilasciava banconote false, in particolare 50 euro.

La coppia cercava commessi e cassieri anziani o “vulnerabili” per rifilare il denaro falso. Tra San Benedetto e Porto d’Ascoli hanno provato in vari negozi. A turno, uno di loro scendeva e provava ad acquistare prodotti con soldi falsi.

A Porto d’Ascoli, in zona Agraria, in un negozio che vende prodotti di agricoltura hanno tentato di acquistare del terriccio ma sono stati bloccati e perquisiti dai militari.

Addosso all’uomo è stata trovata una banconota falsa da 50 euro. La perquisizione è stata estesa nella loro abitazione e sono state rinvenute altre banconote false.

Marito e moglie sono stati arrestati per smercio di banconote false e posti ai domiciliari. Non era la prima volta che commettevano reati del genere specialmente sulla fascia costiera Adriatica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.427 volte, 1 oggi)