SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si scalda la “querelle” fra Filippo Olivieri e Tonino Capriotti, nata da un botta e risposta sabato in Consiglio Comunale e proseguita sulla stampa con le dichiarazioni odierne del consigliere democratico (CLICCA QUI)  che non ha risparmiato stoccate all’assessore, definito “offensivo e incomprensibile” nell’intervento fatto in assise in risposta all’interrogazione dello stesso Capriotti.

In soccorso di Olivieri scende oggi il consigliere Mario Ballatore, che in questi mesi, assieme al collega Emidio Del Zompo, ha lavorato come “braccio destro” dell’assessore sui temi legati alla marineria. “L’intervento fatto nel 2015 sull’imboccatura del porto e che Capriotti difende ha solo peggiorato la situazione” chiosa il consigliere di maggiornaza “prima di allora infatti nessuna barca si era mai incagliata” sottolinea.

Ballatore poi replica al democratico anche sulla questione dell’emendamento presentato sabato (Capriotti chiedeva diminuzione  dello 0,3% sui diritti d’asta a carico degli armatori traendo copertura finanziaria dal settore turismo). “Col passaggio dalle casse (per il pesce n.d.r.) in plastica a quelle in plistirolo ci sarà un risparmio di spesa dovuto al fatto che non sarà più necessario il lavaggio delle stesse” dice Ballatore “da questa spesa in meno riusciremo nei prossimi mesi ad abbassare i diritti d’asta e senza togliere fondi da un settore nevralgico come il turismo” prosegue il membro d’assise che poi si toglie anche un sassolino dalla scarpa: “Noi siamo vicini alla marineria, in questi 9 mesi abbiamo fatto più di quanto abbia fatto Gaspari in 10 anni. Il sottoscritto, Emidio Del Zompo e l’assessore Olivieri sono in contatto con i pescatori quotidinanamente” chiude.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 415 volte, 1 oggi)