TERAMO – La Provincia di Teramo intende aderire al progetto “TECAP – Tecnoparco Centro Appennino” promosso, tra gli altri, dal Consorzio per lo sviluppo industriale di Rieti e presentato a Roma nella sede dell’Unione delle Province Italiane. All’incontro ha partecipato il vicepresidente Mario Nugnes insieme ai rappresentanti delle altre otto Province colpite dal sisma.

“Il progetto nasce dall’esigenza di scongiurare lo spopolamento e il rischio desertificazione in tutti quei paesi dell’Italia centrale colpiti dai recenti terremoti – spiega Nugnes – l’obiettivo è la realizzazione di una struttura tecnica moderna ed avanzata che promuova e supporti il processo di riqualificazione dell’intera area dell’Appennino centrale tramite il rilancio delle micro e piccole-medie imprese, la promozione di nuove start-up, a creazione di opportunità occupazionali e l’insediamento di strutture per la ricerca e i centri per la formazione professionale”.

L’auspicio del presidente della Provincia di Rieti Giuseppe Rinaldi, componente del Comitato direttivo Upi, è che tutte le Province che confermeranno l’adesione entrino a far parte del Comitato promotore di un progetto che ha già incontrato il sostegno e l’apprezzamento del ministro della Coesione territoriale e del mezzogiorno, Claudio De Vincenti.

Per valutare i possibili sviluppi dell’iniziativa e gli obiettivi specifici legati al nostro territorio, il vicepresidente Nugnes, convocherà gli istituti di formazione e ricerca per coinvolgere le istituzioni che potrebbero diventare partners di progetto.

(Letto 105 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 105 volte, 1 oggi)