MARTINSICURO – Dopo il primo appuntamento con il Forum cittadino, organizzato da MartinRosa, Noi con Salvini, Fratelli d’Italia e Udc, in piazza Cavour è apparso un manifesto, scritto da alcuni iscritti all’Unione di Centro, che ribadiva l’intenzione del locale Udc ad appoggiare la candidatura di Massimo Vagnoni e tutte le iniziative, come il forum, erano da considerarsi come  del tutto personali. Il chiaro riferimento era rivolto al segretario del partito, Concetto Di Francesco, che nella serata di mercoledì scorso è intervenuto all’incontro con i cittadini essendone uno dei promotori.
Il segretario, attraverso un comunicato, torna sull’accaduto ed espone il suo punto di vista.

“In merito al manifesto affisso sulla bacheca in piazza Cavour, da alcune persone appartenenti alla locale sezione del mio partito – si legge in una nota – preciso che attualmente sono l’ultimo segretario eletto democraticamente dall’assemblea degli iscritti ancora in carica, in quanto non mi è pervenuto ad oggi nessun provvedimento di rimozione dalla mia funzione, a conferma di ciò, inoltre nell’ultimo Congresso Regionale avvenuto a Pescara il 18 dicembre 2016 sono stato nominato membro del Comitato Regionale.

Se da una parte capisco perfettamente, anzi prendo atto, delle difficoltà da parte di queste persone a comprendere cosa siano gli strumenti reali di partecipazione politica come un Forum Cittadino, abituati da decenni a modalità obsolete dell’esercizio della democrazia, dall’altra non accetto che tali modalità contribuiscono ancora ad aumentare la distanza tra il cittadino e le istituzioni. E’ possibile riconoscere dalla calligrafia addirittura la mano che ha impresso, attraverso un pennarello, il contenuto del manifesto, utilizzando tra l’altro anche un simbolo di partito che non è più, da tempo, quello ufficiale.

Il sottoscritto, come è noto alla cittadinanza, non si è mai vergognato della propria appartenenza e spiace constatare che oggi si faccia di tutto per nascondere le appartenenze politiche sotto il tappeto. Se questi signori fossero venuti al Forum, come da me espressamente invitati, avrebbero subito colto dal dibattito pubblico scaturito e dagli interventi dei numerosi cittadini presenti che oggi Martinsicuro e Villa Rosa hanno problemi ben più complessi da ciò che potrebbe derivare dall’esposizione o meno di un simbolo di partito, simbolo il nostro da sempre portatore di libertà e democrazia.
Oggi i partiti, come ho espresso durante il Forum, se vogliono recuperare il rapporto con la società e i cittadini devono essere promotori e garanti degli strumenti di partecipazione e comprendere il momento storico in cui stiamo vivendo.

Se si confonde un Forum Cittadino per una coalizione politica, stiamo molto lontani da questo percorso, il forum è uno strumento della cittadinanza che ha al suo interno reali e legittimi momenti di democrazia deliberativa.

La divisione dell’attuale centrodestra non l’ha creata il forum, ma è stata precostituita da tempo dai soliti Signori plenipotenziari della politica truentina.

Infatti, mi meraviglio, come venga ancora ignorato l’appello di Alduino Tommolini all’unità e la sua ampia disponibilità in merito ai ruoli che ognuno dovrà/potrà ricoprire all’interno della coalizione, fermo restando che ogni gruppo, partito o associazione civica, ha il diritto di esporre la propria bandiera. Invito all’unità che è stato ripetuto espressamente anche alla stampa al termine dei lavori del forum, un appello che si rivolge necessariamente a tutti gli uomini “liberi e forti” proprio come quello di Don Sturzo, fondatore del Partito Popolare/Democrazia Cristiana”.

(Letto 429 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 429 volte, 1 oggi)