SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Samb brutta e fortunata? Nelle ultime due prestazioni, in casa col Bassano e in trasferta col Feralpi Salò, i ragazzi di Sanderra hanno capitalizzato al massimo le occasioni e hanno fatto storcere il naso agli appassionati del bel gioco: vero che capita nell’arco di un campionato di esibirsi in prestazioni non eccelse che, comunque, sono valse la conquista, anche se non matematica, dei play-off.

Ecco che la sfida con i granata sarà dunque molto importante: gli emiliani sono al momento quinti in classifica a quota 52, mentre la Samb è settima a 45. Si tratta dunque di un anticipo di play-off, una prova, seppur parziale, di quel che potrebbe avvenire al termine della stagione regolare.

La gara è importante anche per la rincorsa al sesto posto finale, occupato ora dal Gubbio a 47 punti. Sia perché una eventuale vittoria dei rossoblu li porterebbe a -4 proprio dalla Reggiana, risucchiandola nella gara per la parte alta dei play-off. Posizione, la sesta, importante perché consente di giocare la prima sfida in casa, con due risultati utili su tre. Superato questo passaggio, i play-off diventano davvero una roulette russa verso la Serie B.

La partita dell’andata fu quasi uno spartiacque nel girone di andata dei rossoblu: il 2-0 fu la terza sconfitta in campionato dopo quella dell’immaturità con il Mantova alla prima in casa e quella rocambolesca di Bassano (4-3), ma soprattutto fu una gara strana per i rossoblu, fino ad allora una delle migliori squadre del campionato anche per qualità del gioco. In realtà fu quello il segnale dell’involuzione della formazione di Palladini, culminata poi nelle sette partite consecutive senza vittoria.

Sanderra, subentrato, fino ad ora ha ottenuto 14 punti in 9 partite, complice il triplice passaggio a vuoto con Forlì, Parma e Venezia. Soltanto e parzialmente con Gubbio (2-0) e con SudTirol (2-5) la Samb ha abbinato vittoria e buone prestazioni, soffrendo invece molto nelle altre partite.

La partita con la Reggiana, a cui varrà la pena di assistere anche per la Giornata Rossoblu, rappresenta il classico test, per Sanderra e molti calciatori, in vista della fase finale del campionato. Sarebbe bello poter valutare anche per uno sprazzo di gara l’uruguaiano Latorre, a San Benedetto da due mesi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.055 volte, 1 oggi)