ANCONA – E’ stata utilizzata anche un’attrezzatura dotata di misuratori tramite rilevatori satellitari ieri durante un sopralluogo su quel che resta del ponte 167 dell’A14 tra Castelfidardo e Camerano, crollato il 9 marzo facendo due vittime.

A quanto riportato da una nota dell’Ansa, sono stati gli ispettori del ministero delle Infrastrutture a compiere le verifiche alla presenza del Pm Irene Bilotta, del suo consulente Luigino Dezi e di agenti della Polizia stradale.

Gli accertamenti serviranno a completare la relazione sulle cause del cedimento costato la vita a Emidio Diomede, 60 anni, e a sua moglie Antonella Viviani, 54, residenti a Pagliare del Tronto. Le conclusioni della relazione si conosceranno entro l’8 aprile.

Intanto in Procura si attendono le prime risultanze della perizia affidata al docente dell’Università Politecnica Dezi, nell’ambito dell’inchiesta per omicidio colposo plurimo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 200 volte, 1 oggi)