SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un esercito composto da giovani studenti delle scuole superiori pronti a vestire, per un fine settimana, i panni di moderni “Cicerone” e accompagnare turisti e visitatori alla scoperte dei beni culturali di San Benedetto e non solo. Sabato 25 e domenica 26 marzo infatti tornano in città e a Martinsicuro, dopo oltre dieci anni, le giornate Fai (Fondo Ambiente Italiano), una iniziativa ministeriale che nella nostra realtà ha coinvolto ben 338 liceali.

I ragazzi, provenienti dall’Itc “Capriotti, dal “Fazzini-Mercantini” di Grottammare e dai due licei sambenedettesi, si sono preparati dall’inizio dell’anno con seminari, incontri, studi individuali e visite sul posto per vestire al meglio i panni di guide turistiche, “non meno di 40 ore per ogni studente” spiega la coordinatrice delle attività didattiche del progetto Silvana Giordano.

Ma quali sono le bellezze che verranno raccontate dagli studenti? L’ultimo week-end di marzo San Benedetto e Martinsicuro metteranno in mostra molti dei luoghi che contraddistinguono le due città, a partire dalla Palazzina Azzurra, passando per il Torrione e la chiesa di San Benedetto Martire al Paese Alto per arrivare alla Riserva Naturale della Sentina e alla Torre di Carlo V di Martinsicuro. “Aperti ai turisti saranno anche il Museo delle Anfore, l’Antiquarium, la scultura “I Sognatori” di Paolo Annibali e Palazzo Piacentini” commenta Lilly Gabrielli del Fai. Proprio a Palazzo Piacentini ci sarà il pezzo forte delle due giornate, con tutto il primo piano della struttura adibito a “percorso culturale” che guiderà gli ospiti della struttura alla scoperta di documenti dal valore inestimabile per la storia di San Benedetto come un antico documento catastale del 1652 che testimonia i primi insediamenti sambenedettesi passando per il regio decreto del 1862 che aggiunse “Del Tronto” al toponimo cittadino, per completare il tour con la visita dello studiolo della poetessa sambenedettese Bice Piacentini.

Unanime la soddisfazione delle Amministrazioni Comunali sambenedettese e martinsicurese, rappresentate dagli assessori Annalisa Ruggieri e Boris Giorgetti. “Questa iniziativa è stata accolta positivamente dalla nostra Amministrazione ed è la conferma che a San Benedetto c’è molto da visitare e di cui innamorarsi” chiosa Ruggieri. Non resta che aspettare poco più di una settimana per scoprire le nostre città con occhi diversi e mettere alla prova allo stesso tempo le capacità di storici e divulgatori degli studenti delle nostre scuole.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.181 volte, 1 oggi)