SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Intervenuto all’incontro “Welfare, cooperazione e territorio” organizzato all’Auditorium Comunale di San Benedetto del Tronto dall’Alleanza delle Cooperative Italiane Marche Giovani, il Ministro del Lavoro Giuliano Poletti ha dichiarato che la decisione del Consiglio dei Ministri di abolire i voucher “non è un cambio di rotta, perché noi non li abbiamo istituiti, ce li siamo trovati, e quando siamo intervenuti abbiamo messo la tracciabilità, quindi li abbiamo ridotti”.

“Adesso abbiamo davanti la possibilità di un confronto chiaro e definito rispetto a quello che vogliamo fare. Abbiamo bisogno di uno strumento specifico per le famiglie, che non fanno contratti, e un’altro per le imprese che possono fare contratti di lavoro. Dobbiamo valutare cosa deve stare nella legge che deve delineare il contesto e i contratti possono intervenire nella regolazione, come abbiamo fatto per i contratti a tempo indeterminato”.

Abbiamo chiesto al Ministro anche un approfondimento sulla questione del lavoro nelle aree terremotate dell’Appennino: “Noi abbiamo previsto una serie di interventi a sostegno delle imprese, dell’attività agricola e abbiamo cercato di dare un sostegno di reddito delle persone e del lavoro autonomo, ovvero quelle persone che rischiavano di perdere una parte della loro attività. Adesso abbiamo aperto una riflessione su cosa si possa ancora fare, sappiamo tutti che c’è un punto di discussione su questo aspetto e lo faremo. Comunque credo si siano fatte già moltissime cose, il dialogo con i territori servirà per migliorare ancora”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 246 volte, 1 oggi)