MARTINSICURO – Nell’ambito della intensificazione dei controlli del territorio, disposti dal comando provinciale dei carabinieri di Teramo, i militari del nucleo investigativo hanno tratto in arresto H.S, albanese qarantottenne che, espulso dal territorio nazionale a seguito di una condanna del tribunale di Bolzano, vi ha fatto rientro violando la normativa vigente.

L’uomo è stato fermato dai carabinieri a Martinsicuro unitamente ad altri due suoi connazionali domiciliati nel comune rivierasco. Approfonditi gli accertamenti ed eseguita una perquisizione personale e domiciliare gli altri due sono stati deferiti in stato di libertà perché trovati in possesso uno di sei grammi di marijuana l’altro per ricettazione di un orologio rolex provento di altro reato.

Approfonditi gli accertamenti sull’identità dell’albanese è emerso che lo stesso, con un altro nominativo, nel 2012 era stato espulso dal territorio nazionale dopo aver scontato una condanna a 7 anni di reclusione perché trovato in possesso di un ingente quantitativo di cocaina e hashish.

Dopo il rito direttissimo, che si è tenuto nella mattinata di ieri, e con il quale è stato convalidato l’arresto e disposta una nuova espulsione nei confronti dell’albanese, l’uomo è stato accompagnato dai carabinieri a Fiumicino dove è stata data esecuzione al provvedimento dell’autorità giudiziaria.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 484 volte, 1 oggi)