TERAMO – Quarantasei volontari del Servizio civile: dal 13 marzo al lavoro negli enti e nelle associazioni teramane

Nonostante non rientri più nelle sue competenze, la Provincia, ha deciso di continuare a sostenere i progetti di servizio civile: un modo concreto per supportare Comuni e associazioni, e per mantenere viva una opportunità per i giovani teramani visto che è previsto un contributo mensile per chi viene selezionato.

Questa mattina, nella sala consiliare, si sono ritrovati i 46 “volontari” di servizio civile che affiancheranno il “pubblico” e il terzo settore in progetti legati alla cultura, al sociale, al digitale, al turismo.

I giovani sono stati accolti dal vicepresidente Mario Nugnes, dalla dirigente Renata Durante e dai referenti operativi delle diverse iniziative messe in campo.

“Una esperienza che non dimenticherete – ha affermato il Vicepresidente – e che rappresenta un arricchimento reciproco: per voi che avrete modo di sperimentare luoghi e dinamiche del lavoro,  di arricchire il vostro bagaglio di competenze, per noi che vi accogliamo una sfida a guardare oltre a confrontarci con con le nuove generazioni, i loro bisogni, le loro aspettive ma anche le loro capacità”.

 Questi i progetti nei quali saranno impegnati:

“Un Volontario alla Delfico” – Biblioteca Provinciale Teramo;  “Nuove generazioni verso il futuro” – Centri per l’Impiego di Teramo, Giulianova e Nereto;  “Conoscere per prevenire” – Comuni di Basciano, Montorio e Arsita;  “Teramo dalla costa alla montagna” – Comuni di Tortoreto e Isola del Gran Sasso “Mettersi in gioco” – Comuni di Pineto, Tossicia, Penna S. Andrea e Cermignano; “Per il Cittadino” – Provincia di Teramo – Redazione Web/Ufficio Stampa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 77 volte, 1 oggi)