GIULIANOVA – Operazione delle Fiamme Gialle. I militari del Comando Provinciale di Teramo (nell’ambito delle attività di servizio finalizzate alla prevenzione e repressione del fenomeno della contraffazione nonché alla tutela della sicurezza dei prodotti) hanno individuato un importante canale di distribuzione di prodotti recanti marchi contraffatti.

In particolare i finanzieri della Compagnia di Giulianova hanno individuato e sequestrato oltre 100 mila beni contraffatti tra cui giocattoli per bambini, articoli sanitari (siringhe, cerotti, guanti monouso) e cancelleria in vendita presso un esercizio commerciale di un Comune dell’entroterra della Provincia teramana privi dei requisiti minimi previsti a tutela della fede pubblica e della sicurezza del consumatore finale.

Nello specifico, a seguito dell’approfondito controllo da parte delle Fiamme Gialle, è stato riscontrato che la marcatura CE seppur apparentemente regolare era apposta su confezioni e prodotti difformi dagli standard previsti dalla normativa vigente.

Il responsabile dell’attività, di nazionalità cinese, è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Teramo per i reati di contraffazione e frode nell’esercizio del commercio.

Il fenomeno della contraffazione e il commercio di prodotti non genuini ed insicuri danneggiano il mercato, sottraggono opportunità e lavoro alle imprese che rispettano le regole, mettendo in pericolo la salute dei consumatori, ed in questo caso soprattutto dei bambini.

Difatti va comunque considerata la pericolosità e nocività della maggior parte dei prodotti con falsa o fallace indicazione di origine e provenienza, immessi sul mercato spesso a prezzi del tutto concorrenziali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 321 volte, 1 oggi)