ANCONA – “E’ andata in crisi la struttura dell’insieme dei sostegni provvisori del ponte”.

Così l’ingegnere Giovanni Scotto Lavina, responsabile del procedimento presso Autostrade per l’Italia, a proposito del ponte crollato ieri in A14 a Camerano (Ancona).

Scotto Lavina parla con i giornalisti a margine di un sopralluogo lungo l’A14. “Stiamo facendo gli accertamenti del caso – le parole diramate dall’Ansa – : il ponte è andato in crisi per i motivi che dovremo appunto accertare. La struttura di sostegno provvisorio è rimasta integra, questo ci teniamo a dirlo. E’ una struttura in calcestruzzo: non è andata in crisi la struttura di calcestruzzo che sosteneva le travi fino all’inizio delle operazioni di sollevamento del cavalcavia. E’ andata in crisi la struttura dell’insieme dei sostegni provvisori”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 609 volte, 1 oggi)