GROTTAMMARE – La Fondazione “Borzani Carlo” concede una borsa di studio di 5 mila euro agli studenti grottammaresi che hanno conseguito il diploma di maturità nell’anno scolastico 2015/2016.

Il Comune di Grottammare e la fondazione intendono sostenere e incoraggiare soprattutto i ragazzi che vivono una forma di disagio economico e sociale, favorendo così un concreto e reale diritto allo studio. L’iniziativa, previo assenso della fondazione, sarà ripetuta ogni anno e la selezione avviene generalmente a Settembre, mediante una valutazione preliminare e un colloquio orientativo con l’obiettivo di scegliere lo studente più meritevole.

Per partecipare alla selezione per l’assegnazione delle borse di studio è necessario avere i seguenti requisiti:

essere in possesso del diploma di maturità 2015/2016; aver conseguito una votazione minima di 70/100;

essere residenti nel Comune di Grottammare; appartenere a un nucleo familiare con reddito ISEE certificato pari o inferiore a 20 mila euro.

La richiesta di partecipazione al bando dovrà pervenire al Protocollo Generale del Comune di Grottammare entro il giorno 7 aprile 2017.

“La Fondazione nasce nel 2015 – afferma il Presidente Pierfrancesco Paone – con l’intento di voler aiutare quei ragazzi con difficoltà economiche nel loro percorso di studio. Questa è un’iniziativa privata che ho avviato insieme alla mia famiglia, con l’obiettivo di selezionare giovani studenti meritevoli che hanno davvero necessità”.

Tutti gli studenti interessati alla borsa di studio dovranno presentare la domanda compilata e sottoscritta, la copia del documento di identità e l’attestazione reddito ISEE del nucleo familiare, in corso di validità, inviando il tutto via posta oppure tramite email all’indirizzo protocollo@comune.grottammare.ap.it oppure via PEC all’indirizzo comune.grottammare.protocollo@emrache.it

Per maggiori informazioni è possibile contattare i Servizi Sociali del Comune di Grottammare al numero 0735.739228 o all’indirizzo assistenza@comune.grottammare.ap.it.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 261 volte, 1 oggi)