SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ incredibile la testimonianza d’amore giunta in redazione da parte di un sostenitore, molto speciale, dei colori rossoblu.

E’ la storia di Elias Santana Male direttamente dal Brasile, precisamente da Salvador (capitale dello stato di Bahia). Ha 21 anni e sta studiando giornalismo.

E’ un grande appassionato di calcio e sostenitore della Sambenedettese. Anche se a San Benedetto non è mai stato. Tutto è iniziato su Internet, a febbraio 2016, quando il brasiliano ha visto una foto della Samb e della Curva Nord: da lì è scoccata la scintilla.

Ciao Elias, davvero hai cominciato a tifare Samb grazie a una foto su Internet?

“Esattamente. Nel febbraio 2016 ho visto su Facebook una foto della squadra e della bellissima Curva Nord. Sono stato subito catturato dai colori rossoblu. Ho cominciato a documentarmi e vedere video di partite e del tifo sul Web. E mi sono innamorato. Non riesco a separarmi dalla Samb e da allora seguo ogni gara anche se purtroppo non comprendo perfettamente l’italiano e a volte faccio fatica a capire alcune cose”.

Come segui le partite dei rossoblu?

“Su Internet ascolto Radio Azzurra e leggo Riviera Oggi, che considero un ottimo giornale per seguire le gesta dei rossoblu, e ho anche un’applicazione sul cellulare che mi permette di vedere i risultati in tempo reale quando non posso stare davanti al computer”.

Sei stato letteralmente folgorato dalla Sambenedettese.

“Eh già. Come ho detto prima, ho cominciato a documentarmi sulla storia dei rossoblu e ho visto davvero un sacco di video. Ogni volta mi fa venire la pelle d’oca il filmato relativo alla conquista della Coppa Italia di Serie C nel 1991-92 (n.d.r. la vittoria contro il Siena) al Riviera delle Palme. E’ davvero emozionante. Piano piano ho appreso tante altre notizie e sono diventato un grande tifoso rossoblu. Trovo lo stadio davvero stupendo. Vorrei essere lì a sostenere la squadra con i mitici tifosi”.

Non sei mai stato a San Benedetto e non conosci nessuno di persona proveniente dalla Riviera.

“Venire un giorno a San Benedetto sarebbe per me un sogno. Spero che si avvererà. Ho visto tante foto e video della città e mi sembra meravigliosa. Non conosco nessuno di persona ma ho avuto qualche contatto tramite Facebook dopo aver commentato insieme diverse notizie inerenti alla Samb”.

Elias, parlaci un pò di te.

“Ho 21 anni e sto studiando giornalismo. Vivo a Salvador, città che si trova sulle coste dell’Oceano Atlantico. Ha numerose palme come San Benedetto del Tronto”.

In Brasile che squadra tifi?

“Seguo le gesta dell’Esporte Clube Bahia, squadra militante attualmente nella prima serie brasiliana. Ha gli stessi colori sociali della Samb e un tifo caloroso, molto appassionato: come quello sambenedettese. La squadra è nata nel 1931, otto anni dopo la società rivierasca. Ha vissuto momenti non facili ma ultimamente è risalita nel calcio che conta. Quando eravamo in terza serie l’Esporte Clube Bahia era sostenuta da un enorme seguito di tifosi e la media spettatori era superiore a quella di molte squadre di categorie superiori”.

C’è una certa somiglianza con la Samb…

“Infatti. Studiando la storia dei rossoblu ho visto molte similitudini con l’Esporte Clube Bahia”.

Cosa pensi dell’attuale stagione dei rossoblu?

“All’inizio speravo in buon piazzamento nei Play-Off. Quando la Samb raggiunse il primo posto ho cominciato a sognare la vittoria del campionato e la promozione diretta in Serie B. Invece, purtroppo, c’è stato un calo. Ora la squadra è lontana dal primo posto ma può ancora sperare per gli ‘spareggi’. Spero, comunque, che un giorno possa tornare davvero in Serie B”.

Elias, grazie ancora per l’intervista. E’ bello sapere che perfino dal Brasile si tifa con passione la Samb.

“Grazie a voi, mi ha fatto davvero molto piacere. Spero un giorno di venire a trovarvi in redazione. Il mio sogno è venire a San Benedetto e guardare una partita dei rossoblu al Riviera delle Palme. Forza Samb per sempre”.

Tifi Samb anche se non sei originario di San Benedetto? Hai un amico o conoscente ‘forestiero’ che ha una grande passione per i rossoblu? Scrivi a info@rivieraoggi.it e lascia la tua/sua testimonianza d’affetto per la Sambenedettese

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.604 volte, 1 oggi)