BOLZANO- La Samb supera il Sudtirol nella sua “tana” grazie anche a una prestazione super di Leonardo Mancuso che firma 4 gol e un assist. Leggi le interviste al termine della partita

Franco Fedeli: Il presidente sembra rassegnarsi a perdere Mancuso: “E’ un giocatore che merita categorie superiori, sono contento per lui, per noi resta una grande soddisfazione averlo rilanciato”. Sulla partita: “Oggi abbiamo giocato, finalmente aggiungo, contro una squadra alla nostra portata, contro Venezia e Parma però voglio sottolineare che ci siamo suicidati perché non abbiamo perso per merito degli altri”. Sul ritiro: “Santa Rita ci ha aiutati, adesso speriamo di continuare così per centrare i play off. Nell’intervallo sono andato negli spogliatoi e ho detto di stare attenti ai primi minuti della ripresa perché mi aspettavo la loro reazione”. Sul mercato: “Bacinovic e Rapisarda si stanno rivelando ottimi acquisti, meglio dei loro predecessori, mi sembra una risposta alle critiche sul mercato”.

Stefano Sanderra: “Oggi non ci siamo disuniti dopo la doccia fredda del gol all’avvio e dopo poco abbiamo pareggiato. Abbiamo rischiato soltanto quando Tulli ha preso il palo ma per il resto ho visto una Samb che ha fatto bene”. Sulla squadra: “Ho visto un atteggiamento che mi fa ben sperare e posso dire che abbiamo fatto un piccolo passo in avanti rispetto alle ultime tre uscite, credo che in questo senso il ritiro ci abbia fatto bene per ‘staccare’ un po’ a livello mentale”.           La differenza fra questa partita e le altre? “Abbiamo commesso meno errori in difesa e abbiamo tramutato in realtà quello che abbiamo preparato in settimana.”

Leonardo Mancuso: “E’ la prima volta che in carriera segno 4 gol in una partita, al massimo avevo segnato doppiette finora. Vogliamo dare il massimo e oggi lo abbiamo dimostrato, dovevamo vincere per forza. Sono felicissimo per i gol personali ma anche per quello di Bernardo perché ha chiuso la partita. Oggi abbiamo reagito subito dopo il gol subito all’inizio e poi siamo andati anche in vantaggio, non mollando mai neanche nel secondo tempo, quando stavamo già in vantaggio dimostrando che il gruppo oggi voleva portare a casa i tre punti.” Poi un bagno di umiltà: “Io sono un giocatore normale che sfrutta le qualità della squadra. Sul mercato: “Le voci di mercato non mi hanno condizionato e la prestazione di oggi ne è stata la migliore dimostrazione. Ora testa al Bassano per dare la stessa soddisfazione ai nostri i tifosi nella prossima partita in casa”.

William Viali (allenatore del Sudtirol): “Non ci piace perdere in casa perché ci teniamo sempre a far bene. Dopo il vantaggio siamo stati lenti mentre loro bravi a coprirsi e a verticalizzare con velocità. Abbiamo subito prima un rigore e poi abbiamo fatto un errore clamoroso sull’ 1-2., ma nonostante tutto potevamo fare sia il 2-2 nel primo tempo sia il 3-3 quando Tulli ha preso il palo.” In definitiva: “Abbiamo fatto troppo errori, vi sembrerà paradossale guardando il tabellino che dice 2 a 5 ma penso che meritavamo il pareggio.”

Vittorio Bernardo: “Il mister mi ha dato ancora fiducia e penso di averlo ricambiato segnando ancora in trasferta (Segnò anche al Tardini contro il Parma due settimane fa n.d.r.)Devo ringraziare Mancuso per l’ assist che mi ha fornito. Quando la squadra gira e vince, si vince tutti dal magazziniere ai tifosi. Abbiamo ritrovato col ritiro u po’ di serenità che speriamo di mantenere.”

Julien Rantier (Sudtirol): “Siamo partiti bene, poi abbiamo subito un rigore inesistente secondo me. Un fallo come quello in area della Samb non ci è stato fischiato a favore. Contento per la reazione della squadra perché nella ripresa sul 2-3 abbiamo avuto un’occasione clamorosa di pareggiare con quel palo di Tulli che avrebbe cambiato tutto. Poi sul 2-4 la partita è praticamente finita.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.918 volte, 1 oggi)