MONTEPRANDONE – Nel corso dell’assemblea ordinaria del Comitato Marche dell’Unione Nazionale delle Pro loco d’Italia (Unpli), svoltasi sabato 25 febbraio, nella sala consiliare del Comune è stato consegnato un riconoscimento alla Proloco di Monteprandone per i 50 anni di attività.

A ricevere la targa dalle mani del presidente Unpli Marche Mario Borroni è stato il presidente emerito Saturnino Loggi, fondatore nel 1967 della Pro loco di Monteprandone e per 43 anni presidente.

“Sono orgoglioso di poter festeggiare il 50esimo anniversario della presenza della Pro loco sul nostro territorio – ha dichiarato il sindaco Stefano Stracci – intendo sottolineare l’importanza del lavoro svolto dal presidente emerito Loggi che, non solo ne ha promosso la nascita, ma ha presieduto l’associazione locale per oltre 40 anni divenendo punto di riferimento per l’intera comunità. Sono certo – ha concluso Stracci – che, per il ruolo di promozione e sviluppo del territorio, le Pro loco delle Marche concorreranno alla ricostruzione post sisma. Oltre agli edifici, infatti, reputo che si debba ricostruire il tessuto sociale fatto di identità, tradizioni e valori”.

Contestualmente Bruno Giobbi, presidente della Pro loco di Monteprandone insieme a Borroni, ha consegnato un riconoscimento al socio onorario Gaetano Viviani per l’impegno profuso nell’associazione locale.

“Non c’era migliore occasione per condividere con tutte le Pro loco delle Marche l’inizio dei festeggiamenti per i 50 anni della nostra associazione – spiega il presidente Giobbi – lo facciamo presentando il nuovo gonfalone e anticipando che per tutto l’anno si terranno iniziative volte a celebrare la ricorrenza”.  

Al termine della cerimonia, a tutti i presenti è stato fatto omaggio di due volumi “Monteprandone Porto d’Ascoli: storia di un territorio” di Saturnino Loggi e un libro sul quarantennale della Pro loco di Monteprandone.  

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 151 volte, 1 oggi)