TERAMO – Sopralluogo della Protezione Civile a Cermignano dove nella serata del 24 febbraio è stato chiuso un tratto della statale 81 per il rischio crollo di due case adiacenti la sede stradale. La situazione delle abitazioni, già lesionate e sgomberate nel 2015, si è aggravata a causa di una frana riattivatasi dopo l’ondata di maltempo di gennaio.

“Il geologo che ha effettuato il sopralluogo ci ha detto che la frana è ancora in atto, siamo in emergenza – spiega il sindaco Santino Di Valerio – Ora aspettiamo che la Protezione civile, sulla scorta della relazione che sarà rimessa dopo il sopralluogo di oggi, ci dica cosa fare per mettere in sicurezza le due abitazioni che rischiano di crollare sulla strada”.

La Statale quindi per il momento resta chiusa. Preoccupa anche l’eventuale aggravamento della frana. Sull’altro lato della strada vi sono altre case e sotto l’arteria sottoservizi importanti: la linea principale dell’acquedotto del Ruzzo che porta l’acqua a Cellino Attanasio (Teramo), a circa 7 chilometri, e quella del gas.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 165 volte, 1 oggi)