TERAMO – Territorio montano e collinare del Gran Sasso, nel Teramano, alle prese con i danni delle nevicate di metà gennaio, cui si sommano quelli dello sciame sismico ancora in corso: così il comitato #Cratere Trasparente annuncia per la mattina di domenica 26 febbraio una manifestazione, con cittadini e sindaci della zona pedemontana del Gran Sasso. Una passeggiata da piazza del municipio di Colledara fino il piazzale antistante il santuario di San Gabriele.

“Alla manifestazione – dice il Comitato – aderiranno anche i Comuni che sono già nel cratere, come Castelli e Tossicia per ribadire che ci sono tante altre criticità sul territorio non affrontate: lo stato precario di infrastrutture, viabilità, economia e il preoccupante fenomeno dello spopolamento. La manifestazione vuole porre in evidenza anche i disagi dei Comuni che ancora non sono inseriti nel cratere sismico, come Isola del Gran Sasso, Colledara, Castel Castagna, Fano Adriano, Pietracamela, Penna Sant’Andrea e Basciano e chiedono di farvi parte”.

(Letto 118 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 118 volte, 1 oggi)