FERMO – Operazione delle Forze dell’Ordine. Il Commissariato di Polizia di Fermo, impegnato nel contrastare il fenomeno della prostituzione sulla costa, sulla Statale 16 e in altri luoghi, ha effettuato un blitz nel pomeriggio del 21 febbraio nel Fermano.

I poliziotti hanno rilevato un annuncio pubblicato in uno dei due opuscoli dedicati, riguardante una ragazza, e sono entrati in contatto con l’utenza telefonica riportata. Hanno ottenuto la posizione dell’appartamento dove poter incontrare la donna. Gli agenti hanno raggiunto il luogo entrando così in contatto con una donna che si è presentata in vestaglia, mutandine e reggiseno. Un agente, dopo aver contrattato la prestazione per la sola ragione di avere la conferma che la donna esercitava la prostituzione, si qualificava come appartenente alla Polizia di Stato.

Poi la donna è stata identificata per una cittadina cinese, irregolare sul territorio nazionale, già destinataria di un decreto di espulsione. Per tale ragione, unitamente all’Ufficio Immigrazione della Questura di Ascoli Piceno, è stato attivato l’iter amministrativo per l’espulsione della donna dal territorio nazionale. Ottenuti i decreti da parte della Prefettura di Fermo la donna, nel primo pomeriggio del 22 febbraio è stata  accompagnata presso la frontiera aerea di Fiumicino dove è stata imbarcata su un volo diretto in Cina.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 994 volte, 1 oggi)