ACQUAVIVA PICENA – Avviata la fase esplorativa per verificare se ci siano le condizioni per un’aggregazione strategica tra la Banca Picena Truentina di Acquaviva Picena e la Bcc Picena di Castignano. La decisione dei due consigli di amministrazione ha affidato alla KPMG Advisory SpA, società di revisione, la “due diligence”, ovvero un’attività di valutazione dei dati delle due banche di credito cooperativo per  verificare la convenienza dell’operazione.
Se tale fase avrà un esito positivo sarà redatto il progetto di fusione che insieme ad un piano industriale saranno sottoposti all’approvazione dei rispettivi Consigli di Amministrazione delle due banche. Successivamente il progetto ed il piano dovranno avere l’autorizzazione della Banca d’Italia. Solo dopo il benestare dell’Autorità di Vigilanza si procederà a presentare il progetto alle Assemblee dei Soci delle due banche. Spetterà proprio all’Assemblea dei Soci, come organo  sovrano, l’ultima parola in merito all’iniziativa. Il Presidente Aldo Mattioli informa che, “ad oggi, si è solo nella fase valutativa dei principali dati delle due Bcc”.
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 449 volte, 2 oggi)