TERAMO – Il presidente Renzo Di Sabatino, il 9 febbraio, ha firmato di decreti con i quali assegna gli incarichi ai sette consiglieri della maggioranza dopo un giro di consultazioni e dopo aver ascoltato anche i rappresentanti della lista della minoranza “La forza del territorio”.

La vicepresidenza, con l’incarico a seguire Bilancio e programmazione economica; patrimonio e affitti; assistenza agli Enti Locali; Concessioni ed espropri; Centro unico di committenza e Stazione unica appaltante, è stata conferita al consigliere comunale di Roseto, Mario Nugnes, della lista “La casa dei Comuni”. In capo al Presidente “su invito dei territori” come specifica Renzo Di Sabatino la delega alle aree interne.

“Le scelte fanno seguito ad un ragionamento complessivo: partendo dal ruolo e dal futuro del capoluogo, un tema che mi vede impegnato in prima persona da mesi per i suoi risvolti strategici non solo per la comunità cittadina ma per tutto il territorio; un tema che è diventato centrale dopo i fatti terribili degli ultimi mesi. Poi, la rappresentanza di genere, il riconoscimento del peso del primo degli eletti –  spiega il presidente Renzo Di Sabatino – il  risultato referendario e le emergenze incombenti, che comportano un carico di responsabilità e impegno enormi per un ente che fino a due mesi fa doveva essere soppresso e che ora deve strappare risorse significative per dare risposte”.

Per quanto riguarda il conferimento della vicepresidenza, Di Sabatino, spiega: “La decisione è motivata da una serie di considerazioni: la spinta che arriva da più parti dentro il PD e dallo stesso D’Alfonso a riprendere il filo di un discorso con altre forze politiche del centrosinistra e Nugnes è espressione di una forza politica diversa dal Pd,  chiaramente collocata nel centrosinistra; l’impegno  a intraprendere un percorso teso a ricostruire gli strappi e le incomprensioni che si sono registrate anche a Roseto nell’ultima tornata elettorale. Devo ringraziare anche il Sindaco di Roseto, sentito in questi giorni, per aver compreso il ragionamento e non aver frapposto alcun ostacolo”.

Questi gli incarichi assegnati:

Mauro Giovanni SCARPANTONIO: “Programmazione, realizzazione e  gestione  delle  strade  provinciali  e regolazione  della  circolazione  stradale; Protezione civile; Pista ciclo turistica sul Vibrata e Ponte Martinsicuro”.

Federica VASANELLA “Coordinamento politiche turistiche in ambito provinciale, rapporti con le DMC, Ente Porto, GAC; Dimensionamento scolastico e Mobilità studentesca; Trasporti;  Pari Opportunità e Politiche sociali, La Fenice, Ponte ciclopedonale sul Salinello”.

Giuseppe CANTORO: “Coordinamento politiche del lavoro, Formazione, e Centri per l’impiego; Relazioni Industriali e crisi aziendali; Area di crisi complessa e area di crisi semplice; gare assicurative, Polizia Provinciale; Servizio civile e alternanza scuola lavoro; Pista ciclo turistica sul Vomano, Progetto viabilità Val Fino (MASTERPLAN) Ponte ciclopedonale sul Vomano, Consorzio Area Marina Protetta, Ponte A24 casello Roseto – area industriale Atri – Pineto”.

Maurizio VERNA: “Pianificazione  territoriale provinciale  di  coordinamento  (Urbanistica); rapporti con l’Ente Parco; Pista ciclo turistica sul Tordino, Progetto Borghi  (MASTERPLAN), Rapporti con Teramo capoluogo, Università e ADSU; Gran Sasso Teramano, Polo Scolastico città di Teramo”.

Mirko ROSSI; “Edilizia Scolastica, Servizi Europei di area vasta e Progetti comunitari; Semplificazione, digitalizzazione ed informatizzazione dell’Ente Provincia; Raccolta  ed  elaborazione  dati; rapporti con il COPE”.

Linda Angela DI FRANCESCO; “Ambiente, Ciclo Idrico Integrato; Gestione Rifiuti, Energia, Progetto Paride, Agena, TEFA, Ponte ciclo pedonale Silvi – Città Sant’Angelo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 100 volte, 1 oggi)