FERMO – Operazione dei carabinieri di Fermo.

Nella serata del 7 febbraio i militari sono stati impegnati in una vasta battuta di copertura del territorio per contrastare il fenomeno dei furti nelle abitazioni.

I carabinieri hanno arrestato due cittadini albanesi (44enne e 35enne pregiudicati) domiciliati a Porto Sant’Elpidio. Un terzo si è dato alla fuga tramite una porta-finestra di una casa di Massa Fermana, dove i tre sono stati sorpresi dai militari.

Dovranno rispondere di furto aggravato in concorso, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. All’interno della casa, beccati in flagranza, avevano rubato monili d’oro ed erano fuggiti a bordo di un’auto rubata qualche giorno fa a Montegiberto.

I fuggitivi, immediatamente raggiunti dai carabinieri, hanno abbandonato l’auto provando una vana fuga e opponendo però resistenza nei confronti dei militari procurando a uno di loro lieve lesioni (è stato portato in ospedale per le cure mediche).

I fermati sono stati condotti nel carcere di Fermo. Il terzo complice è stato identificato ed è residente a Porto Sant’Elpidio, sono in corso le ricerche.

Sono state effettuate perquisizioni nelle case dei fermati dove sono stati rinvenuti 58 monili d’oro, sei diamanti, quattro orologi di valore e mille euro in contanti. Il tutto per una refurtiva complessiva di 50 mila euro, provento di furti nel Fermano e Maceratese.

La merce verrà restituita prossimamente ai proprietari.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 864 volte, 1 oggi)