SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il 7 febbraio è la giornata nazionale contro il bullismo ed il cyberbullismo promossa dal ministero dell’istruzione, dell’Universita e della Ricerca.

Questi fenomeni sono dei forti mali presenti nella nostra società che vanno assolutamente debellati.

Riportiamo un comunicato, giunto in redazione, da parte del Vice Presidente della Consulta provinciale degli Studenti di Ascoli Piceno Michael Malara.

“Sono convinto che il più grande errore sia quello minimizzare il problema o cercare di non vederlo. Auspico pertanto che ogni Istituto del nostro territorio, coinvolgendo tutte le componenti (docenti- studenti – genitori), intraprenda azioni volte a prevenire il problema. Pertanto mi rivolgo ai dirigenti scolastici: È necessario far riflettere le ragazze e i ragazzi non solo sull’uso consapevole della Rete, ma anche sul loro ruolo attivo e responsabile per rendere il web un luogo positivo e sicuro in considerazione del fatto che oltre il 40% degli studenti italiani passa più di 5 ore al giorno online e oltre il 14 % dei giovani non si accerta mai se una notizia sia vera o falsa (dati Miur). Questi comportamenti necessitano di grande attenzione poiché rendono i ragazzi sempre più vittime e prede di titoli sensazionalistici e bufale che possono fomentare reazioni poco ragionate e talvolta guidate da sentimenti di rabbia e odio”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 132 volte, 1 oggi)