Mancuso micidiale ma buone anche le prove dei giovanissimi. Agodirin sulla buona strada

1-PEGORIN (22)  voto 7,5

Nulla può sul calcio di rigore anche se stava per respingere con i piedi. Sembrava fuori tempo al 40’ ma sul colpo di Fioretti viene salvato dalla sua altezza. Gran parata di Pegorin su tiro di Fioretti, si ripete sull’angolo dopo una paurosa mischia. Al 67’ vola all’incrocio per togliere dal sette un colpo di testa di Filippini. A 4 minuti dalla fine si allunga su un pallone rasoterra, la palla sul palo. Una saracinesca. Nel finale viene letteralmente graziato da Fioretti.

2-RAPISARDA (14)  voto 7

Tiene bene la fascia coprendola con grande efficacia. Ma anche proponendosi nei momenti opportuni. Un terzino come non vedevamo da tempo. È piccolo ma con una buona forza fisica.

3-PEZZOTTI (11)   voto 6,5

Si vede subito che è in palla oltre ad essere determinato a conquistarsi il posto da titolare. Le sue discese sono sempre pericolose perché si concludono con cross spesso molto pericolosi per gli avversari.

4-MORI (25) voto 7

Con Radi sta trovando quei collegamenti che sono importantissimi per la parte centrale della difesa. In perfetta simbiosi con il “gemello” Radi. Deve uscire per un colpo all’anca. è la difesa ne risente.

dal 79’ Di Pasquale  (10) voto 6

Entra nel momento cruciale della gara ma se la cava bene in due circostanze, Bravo ma Mori è un’altra cosa.

5-RADI (3) voto 7

Batte la punizione che porta al raddoppio di Agordin. La Samb ha forse trovato l’uomo per i calci da fermo. Un opzione non indifferente. Rischia al 60’ per un’incertezza che libera due avversari. Nel finale diventa una torre in area quasi insormontabile.

6-DAMONTE (29) voto 8

Mai visto così rapido e positivo come nella prima parte della gara. Imbattibile come sempre sui palloni alti. “Colpa” dell’arrivo di Bacinovic? Certo che se gioca sempre così sarà difficile togliergli il posto di titolare. Oggi ha messo in mostra anche una calma da campione quando entra in possesso nel pallone ed è circondato da avversari.

7-MANCUSO (7) voto 7

(Ammonito 24’) Da vero opportunista il gol e sempre da posizione da centravanti. È in pratica il classico finto centravanti che parte dalla fascia, quindi utile per ingannare i reparti difensivi avversari. Perde raramente il pallone.

8-SABATINO (8) voto 6,5

(Ammonito 39’) Come sempre positivo anche se un po’ falloso in un paio di circostanze. Esce per infortunio e la Samb rischia di più. Da considerare anche i 35 anni che porta sulle spalle. Ogni tanto… si sentono.

dall’82’ Lulli  (6) voto 6

Gioca appena 8 minuti ma sbaglia quasi tutto. Un paio di volte favorendo azioni pericolose degli avversari. Forse non è abituato alla panchina.

9-AGODIRIN (15)   voto 7

Ottimo il suo spunto al 10’ quando, ricevuta la palla filtrante da parte di Pezzotti, è entrato in area e ha servito un pallone d’oro per Mancuso che da pochi passi dalla linea di porta ha battuto Andrenacci. Addirittura raddoppia dopo due minuti con una staffilata che, deviata da un difensore, finisce alle spalle del portiere. Si batte come un leone…nigeriano. Esce dal campo stremato ma felice per il suo primo gol in maglia rossoblu.

dal 61’ Bernardo  (10) voto 6

Bravo di testa, le prenda quasi tutte sui rilanci  di Pegorin. Ingrana dopo qualche minuto che è in campo. In casa potrebbe risultare utilissimo.

10-VALLOCCHIA (21) voto 6,5

(Ammonito al 90’) Ha classe da vendere ma anche la grinta necessaria per coprire un ruolo delicato come quello del classico numero 10.  Matura a vista d’occhio.

11-DI MASSIMO (17) voto 6,5

Quando entra in possesso del pallone è difficile toglierglielo. Le sue trame con Vallocchia, Agodirin e Mancuso creano scompiglio in area avversaria. Che azione al 53’, in contropiede fa partire un tiro a giro che Andrenacci devia in angolo con un gran colpo di reni

(Letto 664 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 664 volte, 1 oggi)