SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Quella di domenica 29 gennaio è stata una giornata di festa e solidarietà per i terremotati del Centro Italia. Anla, Associazione Nazionale Lavoratori Anziani Onlus, ha infatti organizzato, grazie al sostegno del Comune di San Benedetto del Tronto – Assessorato alle pari Opportunità e la preziosa collaborazione dell’Istituto Musicale “A. Vivaldi”, un pomeriggio tra musica e solidarietà in favore di alcuni anziani terremotati di Marche e Abruzzo che proprio a San Benedetto del Tronto vengono ospitati in questi mesi.

Nella “Sala Giorgetti” dell’istituto Musicale A. Vivaldi, stracolma per l’occasione, hanno dato il benvenuto ai partecipanti all’evento “Giovani e Anziani dopo il sisma” la Vice Presidente nazionale ANLA Teresa Spampanato e il Presidente regionale Marche Terenzio Grazini, gli assessori del Comune di San Benedetto del Tronto alle pari opportunità, Antonella Baiocchi, e alle politiche sociali, Emanuela Carboni, la Consigliera comunale Brunilde Crescenzi ed il vice sindaco di Arquata del Tronto, Michele Franchi.

L’incontro è iniziato con un minuto di raccoglimento chiesto dalla Vice Presidente Nazionale Anla Onlus Teresa Spampanato che ha sottolineato che il sostegno alle popolazioni terremotate non finirà con l’emergenza ma proseguirà nei mesi a venire.

“Tra le varie iniziative in favore dei terremotati – ha spiegato l’assessore Baiocchi – vorrei ricordare che abbiamo istituto un tavolo di coordinamento del sisma per cercare di potenziare gli interventi che da tutta Italia si stanno offrendo a queste popolazioni. Al fine di aiutare le strutture sanitarie già pesantemente impegnate a fornire i supporti psicologici necessari, abbiamo deciso qui a San Benedetto del Tronto di ideare per i terremotati che sono stati accolti nella nostra zona una sorta di “banca del tempo di psicoterapia”, ossia chiedere agli psicoterapeuti del nostro territorio di donare un’ora del loro tempo per tutto il ciclo necessario ad aiutare una persona a sanare le ferite profonde dell’anima”.

A raccontare la situazione di Arquata del Tronto, totalmente evacuata il 30 ottobre, il vicesindaco Michele Franchi che ha ringraziato dell’iniziativa che porta un po’ di sollievo morale agli anziani presenti all’iniziativa, i quali più dei giovani soffrono il distacco dalle proprie terre. “Sarà un’utopia – ha detto Michele Franchi – ma vorrei che il prossimo anno il Monte Vettore innevato possa essere motivo di turismo e non di pianto”.

Molto apprezzata, poi, l’esibizione musicale di 10 giovani ed un insegnante del “Vivaldi”. Dal pianoforte al violoncello, al flauto, all’oboe per arrivare alle chitarre classiche, tra Chopin, Brahms, Gismondi, il Rondò Veneziano, la danza slava e Telemann, si è snodata l’esibizione dei ragazzi dello storico istituto di San Benedetto del Tronto, la cui coordinatrice didattica, la prof.ssa Daniela Tremaroli, e il Presidente Simone Cannelli hanno accolto con grande entusiasmo l’iniziativa, ricordando il grande valore del linguaggio musicale come collante tra le varie culture e, in questo caso, tra le generazioni.

Si è quindi proceduto alla consegna di 20 cellulari ad alcuni anziani terremotati, un gesto di solidarietà voluto da Anla Onlus e realizzato grazie alla collaborazione della Colt Service.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 292 volte, 1 oggi)